Perché fare le vacanze in Sardegna?

sardegnaQuando sentiamo la parola Sardegna, il primo pensiero va al suo mare cristallino e le sue meravigliose spiagge, che nulla hanno da invidiare alle più tropicali isole caraibiche. Ma la Sardegna non è solo questo: oltre alle località balneari da sogno, quest'isola paradisiaca offre anche una natura selvaggia e incontaminata, per via della presenza di distese di pianure e vigneti, oltre ad affascinanti foreste.

La Sardegna continua ad attrarre ogni anno un grande numero di turisti, per via della varietà dei suoi paesaggi, e per la possibilità di compiere escursioni indimenticabili, come ad esempio nell’arcipelago della Maddalena oppure a Gorropu. Uno dei modi più facili ed economici per raggiungere l’isola è quello di utilizzare i tanti traghetti e navi dai principali porti italiani verso quelli sardi come Olbia, Arbatax e Porto Torres. Per coloro che desiderano prenotare uno dei tanti traghetti per la Sardegna è consigliabile farlo il prima possibile, in quanto nei mesi di luglio ed agosto i prezzi delle navi e traghetti per la Sardegna tendono ad aumentare sensibilmente.

La Sardegna ha un grande vantaggio rispetto ad altre mete extra-europee: oltre ad offrire la possibilità di immergersi in acque cristalline, si ha la sicurezza di essere allo stesso tempo in Italia.

Un altro aspetto che gioca a favore della Sardegna è la cucina, un fattore molto importante per molti italiani. L'isola infatti è molto conosciuta per le sue tradizionali specialità gastronomiche, come i suoi buonissimi formaggi e il suo vino.

La Sardegna è una delle mete più ambite anche dai turisti stranieri, che, oltre a godere di un mare che solo pochi posti in Europa possono vantare, hanno anche modo di conoscere la cultura ed il cibo italiano.

Inoltre è l'ideale sia per chi cerca il divertimento e la mondanità,in special modo a Porto Cervo e Costa Smeralda, sia per chi sceglie una vacanza all'insegna del relax e della tranquillità, preferendo soggiornare in spiagge pocco affollate.

I posti da visitare in Sardegna sono tantissimi, eccone alcuni:

  • Giara di Gesturi

La Giara si trova nella Sardegna centro-meridionale, è conosciuta per "i cavallini della Giara", una rara specie di cavallini selvatici. All'interno di quest'area sono presenti monumenti archeologici, come il nuraghe di Baromini, che dal 1997 è Patrimonio dell'Unesco. Si tratta di torri difensive, che si trovano in tutta la Sardegna, realizzate in una forma a tronco di cono e costruite usando grandi macigni.

  • Cala Mariolu

E' sicuramente una delle spiagge più belle e suggestive della Costa di Baunei, si caratterizza per la presenza di sassolini bianchissimi e per la varietà dei colori delle sue acque: un mix tra azzurro, verde smeraldo e blu.

  • L'arcipelago della Maddalena

Dichiarato patrimonio dell'Unesco nel 1994, è formata da 7 isole maggiori. E' conosciuta per le sue acque cristalline, oltre ad essere anche una meta popolare per chi pratica snorkeling. Attraverso escursioni di mezza giornata o di una giornata intera, è possibile vedere spiagge che possono essere raggiunte solo via mare. Solitamente questi tour prevedono la sosta in diversi punti, come Budelli, celebre per la spiaggia rosa, l'isola di Spargi, l'isola di Caprera e di Santa Maria, fino a raggiungere l'isola della Maddalena.

  • Golfo di Orosei

Si trova nella Sardegna centro-orientale. E' conosciuta per le "Grotte del bue marino", caratterizzate dalla presenza di stalagmiti e stalattiti, che, riflettendosi nelle acque, danno vita a dei suggestivi giochi di luce. All'interno del Golfo troviamo paesi conosciuti per la loro gastronomia e le piccole botteghe artigiane. Nel Golfo di Orosei si trovano importanti siti archeologici, come Serra Orrios e Tiscali, e le foreste di Ghivine e Suttaterra, oltre alla "Gola di Su Gorroppu", situata all'interno del Supramonte e conosciuta per il suo canyon, uno dei più profondi d'Europa.

  • Bosa

E' una città ricca di tradizioni, che resistono al trascorrere degli anni. In special modo il Carnevale di Bosa è un evento da non perdere, durante il quale in città è possibile vedere sfilare le classiche maschere popolari sarde. Molto suggestivo è anche il quartiere antico della città, sopra al quale si erge maestoso il castello dei Malaspina, che prende il suo nome dalla famiglia toscana che lo fece costruire nel dodicesimo secolo.

  • Nebida

Situato sulla costa ovest dell'isola, ha una popolazione di 1200 abitanti. Nonostante le sue ridotte dimensioni all'interno del paese si trovano tutti i servizi necessari, come mercati, bar, e farmacie. Assolutamente da visitare sono le spiagge di Bega e Sa Canna, conosciuta per per la presenza dei resti di una fontana molto antica, e per essere una meta privilegiata per chi ama la pesca subacquea.

  • Spiaggia di Chia

Vanta acque limpide e cristalline, che percorrono la costa di Chia per circa 6 km. Molto conosciuta è la sua torre, visibile da ogni sua spiaggia. Celebre è l'area archeologica di Nora, che detiene il titolo di città più antica della Sardegna. Molto suggestiva è la vista del Faro di Capo Spartivento, ancora oggi attivo, che ospita un centro vacanza extra lusso.

  • Porto Pino

E' situato nel sud della Sardegna, precisamente nelle prossimità di Sant'Anna Arresi. Ogni anno è visitato da migliaia di turisti, che rimangono incantati alla vista della sua natura incontaminata e dalle spiagge, bagnate da acque cristalline. Porto Pino è conosciuto anche per la presenza di misteriose e affascinanti pinete, oltre a maestose dune. In questo angolo di paradiso si potrà quindi esplorare il lato più selvaggio della Sardegna, anche attraverso escursioni in barca verso le rinomate Cala Zaffarano, l'isola di Santioco e Punta di Calabimbo. Nell'entroterra di Porto Pino sarà possibile ammirare distese di vigneti che rendono ancora più suggestivo il paesaggio.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.