• Home
  • FUORI PORTA
  • Presepe al Crot del Gnoc: ideale per una suggestiva gita fuori porta

Presepe al Crot del Gnoc: ideale per una suggestiva gita fuori porta

presepe foto pixabaySono prossime, per tutta la cristianità, le feste del Santo Natale, e in ogni città, paese e contrada si allestiscono presepi, alcuni davvero suggestivi e artistici. Questa volta voglio invitarvi a visitare un Presepe realizzato dagli Amici di Chiaro, con il patrocinio del Comune della Pro Loco di Colico, siamo in una frazione del comune di Colico, in provincia di Lecco.

Un Presepe davvero originale, già dal titolo significato, e precisamente il "Presepe del Crot del Gnoc". Sarà possibile visitarlo da sabato 22 Dicembre a domenica 6 Gennaio 2019. Per informazioni telefonare al numero dell'Ufficio Turistico 3382688297 o inviare una mail a turismocolico@libero.it

Per raggiungere la località ci si ritrova in via Chiaro 53 a Colico. Per chi preferisce il treno da Milano Centrale per Colico, poi dalla stazione è possibile raggiungere il Presepe a piedi, circa una mezz'ora di cammino o servirsi di un taxi. Per chi viaggia in auto prendere la Strada Statale 36 del lago di Como e dello Spluga, prendere l'uscita Piona e continuare su via Nazionale Sud sino a destinazione.

Questo Presepe non è allestito su una superficie statica, ma si sviluppa in una scenario naturale attraverso una mulattiera nel bosco, circondati da alberi e prati, camminando tra la natura, sentendosi quasi come i pastori che si recavano alla grotta di Betlemme. Dopo una non impegnativa camminata, per cui adatta anche ai bambini, si arriva alla "grotta" o "Crot del Gnoc", che riproduce la scena della Natività di Gesù Bambino.

Sappiamo che il termine Crotto vuole indicare una cantina, una grotta, di solito usata per conservare formaggi e salumi, e in Valchiavenna ve ne sono moltissimi.

Descrivere questo Presepe non renderebbe appieno la sua finalità, che è quella di far partecipi, quasi essere gli stessi pastori, che si mettono in cammino, incontrando, lungo il tragitto, realtà ben rappresentate della vita quotidiana. Insomma, la cosa migliore è andare sul posto e partecipare.

Dopo aver fatto una salutare camminata e visitato "il Crot" sicuramente si farà sentire un languorino allo stomaco, che reclama la sua parte, ecco allora il recarsi verso un " Crotto" che vi gusterà con piatti della tradizione culinaria del luogo.

Ecco alcuni piatti tipici che si potranno gustare in loco.

  • Uccelletti ai formaggi. Vi garantisco che sono una leccornia.
  • Patè di fegato di vitello, accompagnato con marmellata di cipolla e servito come antipasto.
  • Asparagi alla lombarda.
  • Pizzoccheri, piatto che non può mancare nella cucina tipica del luogo.
  • Il Pesce è presente in varie forme cucinato, come ad esempio i "missoltini", ossia Agoni essiccati.
  • Formaggi come il Taleggio Dop o il Fiorone.
  • I dolci tipici non mancano, come ad esempio la "miascia", torta di antichissime origini, o la "cutizza" e la più conosciuta "rosümada".
  • Diverse sono le possibilità di gustare un ottimo bicchiere di vino, tra i quali, ad esempio un Rosso del Caminone I.G.T., un Merlot I.G.T. Riserva Tana di Volpe, un Chardonnay I.G.T. Le Bressane, e altri ottimi vini.

Dopo quanto detto, la cosa migliore da fare è senz'altro quella di dedicare una giornata aderendo a quest'invito che gli Amici di Chiaro ci propongono, visitando un Presepe davvero originale e suggestivo.

Leggi anche:

Ricetta della Rusumada, antica bevanda milanese

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.