Viaggio sulla riva lombarda del Lago Maggiore

lago maggiore paolaLa riva lombarda, quella meno nota e forse meno ricca di località famose ci accoglie con le sue sponde piene di verde e di colore. Ma anche con monumenti importanti come la Rocca di Angera e il Santuario di Santa Caterina del Sasso.

Sesto Calende
Collocata allo sbocco del Ticino dal lago, Sesto Calende è stata fin dalla preistoria uno degli insediamenti principali del Verbano, come dimostrano i reperti archeologici conservati nel Museo Civico.
Oltre al museo la città è nota per la chiesa di San Donato, che al suo interno conserva un ciclo di affreschi rinascimentali e settecenteschi dipinti da Biagio Bellotti, uno degli allievi di Leonardo da Vinci.

angeraAngera
Già centro importante durante la dominazione romana, Angera nel Medioevo divenne una delle roccaforti dei Borromeo, che vi eressero la Rocca, ancora oggi considerata una delle più belle del Rinascimento e sede del Museo delle Bambole.
Ma non c’e solo la rocca ad Angera, infatti è possibile visitare il santuario della Madonna di Riva, risalente al 1657 con dipinti del Morazzone e Camillo Procaccini.

Ispra
Situato in una insenatura tra la punta omonima e quella di Ranco, Ispra ha origini antichissime, che risalgono ai Celti e ad Annibale.
Oggi il paese è noto per essere la sede di uno dei centri di studi della comunità europea.
All’ingresso si trova un tempietto di stile classico che costituisce il monumento funebre della contessa Antonietta Castelbarco Albani.

laveno paolaLaveno
Ai piedi del monte Sasso del Ferro, Laveno è, con Luino, il cuore industriale e turistico del Verbano, grazie anche al suo servizio di traghetto per Intra.
Uno dei presidi austriaci nella seconda guerra di indipendenza, il paese ha un bel lungolago con porticati e la chiesa dei Santi Giacomo e Filippo, eretta nel 1933 nelle vicinanze della settecentesca Parrocchiale.

Luino
Adagiata in un piccolo golfo, Luino è il secondo centro turistico ed industriale del Verbano, ma la sua fama è legata allo scrittore Piero Chiara, che vi ambientò molti dei suoi racconti e romanzi e che alla sua morte lasciò tutto al comune.
Tra i monumenti ricordiamo la statua dorata della Madonna sul lungolago, la chiesa rinascimentale della Madonna del Carmine, con affreschi della scuola del Luini, la Parrocchiale del XIX secolo e la seicentesca chiesetta di San Pietro in Campagna, situata presso il cimitero locale.

Reno
Racchiuso in una piccola insenatura, Reno è noto soprattutto per il Santuario di Santa Caterina del Sasso, che permette di avere una splendida vista del Golfo Borromeo.
Eretto nel medioevo per volontà del beato Alberto Besozzi, il complesso è consacrato a Santa Caterina d’Alessandria ed è famoso per il miracolo del massi, caduti nel 1640 dove si trovava la chiesa e staccatasi miracolosamente solo nel 1910.

Leggi anche:

MILANO, GITE FUORI PORTA

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.