Tutankhamon a Palazzo Reale

  • Paola Fontana

Un'esperienza immersiva alla scoperta dei misteri ultraterreni della cultura dell'Antico Egitto. Si annuncia così la nuova mostra ‘Viaggio oltre le tenebre. Tutankhamon RealExperience’ allestita a Palazzo Reale da oggi, 5 marzo, al 14 giugno.

tutankhamon mostra arte egitto experience palazzo reale milanoLa mostra, che prende spunto dalla figura di Tutankhamon, il faraone più conosciuto, morto giovanissimo e attorno al quale aleggia da sempre un’aurea di mistero e di fascino, affronta il tema della morte e della vita ultraterrena nella civiltà egizia.

E lo fa mescolando sapientemente due diversi linguaggi visivi: da un lato offrendo una tradizionale esposizione di oggetti, dall'altro spostando l’esperienza su un piano multimediale. La prima parte della mostra è dunque costituita da una sezione archeologica di oggetti ritenuti necessari per la sopravvivenza ultraterrena, concepita come un proseguimento di quella quotidiana. Tra questi, di particolare rilievo è la ricomposizione del cosiddetto ‘Corredo Busca’, con la mummia, il sarcofago e un interessante papiro lungo 7 metri, databile alla XIX-XX dinastia, recuperato poco prima del 1850 dal marchese Carlo Busca nel corso dei suoi scavi.

Altri oggetti degni di nota sono una bellissima statua del dio Amon, con le sembianze del giovane Tutankhamon e due teste di figurine funerarie attribuibili alla controversa figura del sovrano Akhenaton, padre di Tutankhamon e a cui si deve una riforma religiosa da molti considerata la prima forma di credo monoteista della storia. Il percorso espositivo cambia poi registro per diventare multimediale e si articola in due ambienti. Nel primo, il visitatore ripercorre i tratti distintivi della civiltà del Nilo e, giunto nella Valle dei Re, entra direttamente  nella tomba di Tutankhamon per riviverne la scoperta. Nel secondo ambiente invece è il faraone stesso a condurre i visitatori in un viaggio ultraterreno verso l’immortalità. Tutto il percorso narrativo è fondato su un solido impianto egittologico che si avvale della consulenza di un prestigioso Comitato Scientifico.

Due mostre collegate tra loro

Per iniziativa del Comune di Milano/Cultura la mostra di Palazzo Reale è collegata a una seconda mostra allestita nel Civico Museo Archeologico di Milano dal 11 marzo al 20 dicembre 2020, dal titolo ‘Sotto il cielo di Nut’. Il filo conduttore di questa seconda esposizione è l’inafferrabile natura degli dei e la relazione tra l’uomo e il divino nella civiltà del Nilo. Il percorso espositivo, articolato in quattro sezioni, conta più di 150 opere e consente di entrare nel mondo del divino in Egitto attraverso sculture, rilievi votivi, sarcofagi, mummie ed elementi del corredo funerario che accompagnava il defunto nell’Aldilà.

Buone norme

Palazzo Reale così come il Civico Museo Archeologico e molti altri luoghi di cultura  riaprono i battenti ma si ricorda ai visitatori l’obbligo di rispettare le indicazioni previste dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri emanato il 1° marzo 2020 d’intesa con il Ministero della Salute in materia di contenimento del contagio da coronavirus. In particolare, è doveroso tenere una distanza di sicurezza e cortesia di almeno un metro dagli altri visitatori, sia davanti alla biglietteria che durante tutto il percorso di visita e nel bookshop. 

Si ricorda inoltre che l’accesso alle sale è contingentato in base alla capienza delle sale stesse, motivo per cui è consigliabile la prenotazione.

Si segnala infine che in occasione delle mostre Palazzo Reale e il Civico museo archeologico hanno concordato un biglietto ridotto reciproco per tutti coloro che visiteranno entrambe le esposizioni.

Paola Fontana

Leggi anche:

Dai Musei Vaticani la Passione nell'arte francese

Georges de La Tour. Un maestro della luce in mostra a Milano

A Palazzo Morando la mostra Stile Milano. Storie di eleganza 

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964