• EVENTI
  • Un giardino a Milano per le mamme di Diabolik

Un giardino a Milano per le mamme di Diabolik

diabolik logoGli occhi magnetici, su un viso misterioso celato dalla calzamaglia nera, l’infallibile pugnale,  la Jaguar nera, la creatività nel creare nuove tecniche di furto, il fascino del mistero, un nome: Diabolik.

Sarà il giardino di piazza Grandi a essere intitolato a Luciana e Angela Giussani, le sorelle che nel 1962 crearono Diabolik.

In occasione dei 60 anni del fumetto, nato e cresciuto nella Milano del boom, il Comune ha scelto il 15 giugno per celebrare le due ideatrici con una cerimonia, alla presenza dell’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi, di Mario Gomboli, direttore della casa editrice Astorina, e di Claudia Sozzani, erede delle sorelle Giussani.

Per festeggiare i cento anni dalla nascita di Angela Giussani, inoltre, le tre pubblicazioni mensili, il Diabolik inedito, uscito il primo del mese, e le ristampe Diabolik R, in uscita il 10, e Diabolik Swiisss nelle edicole il 20 giugno, ospiteranno sedici pagine extra dedicate alla creatrice di Diabolik.

Sempre il 10 giugno verrà pubblicata la settima uscita della collana Diabolik Magnum dal titolo Cento volte in gioco, che si aprirà con uno speciale di 32 pagine dedicato ad Angela, ricco di interviste e vari contributi. In uscita il primo luglio è  l’inedito Diamanti nei diamanti, mentre l’8 luglio è prevista la ristampa dell'albo del 1968 "Diabolik, chi sei?, con in allegato due mazzi da poker decorati con le illustrazioni di Riccardo Nunziati.

La vita delle sorelle Giussani 

Angela e Luciana Giussani nacquero a Milano, rispettivamente il 10 giugno 1922 e il 19 aprile 1928.

La vita delle sorelle Giussani ha sempre ruotato intorno alla loro avventura nel mondo del fumetto da quando, nel 1946, Angela sposò Gino Sansoni, editore dell’omonima casa editrice.

Angela lavorò inizialmente come modella, prima di entrare a lavorare nell’Astoria Edizioni del marito e, infine, abbandonò quel percorso per dedicarsi interamente ai suoi progetti con la fondazione dell’Astorina, specializzata nel mondo dei fumetti.

L’avventura straordinaria di Diabolik ebbe inizio nel 1962, anno di uscita del primo numero con una storia scritta proprio da Angela Giussani.

A ispirare le sorelle fumettiste fu un fatto di sangue consumatosi a Torino, legato al brutale omicidio di Mario Giliberti, avvenuto nel 1958, su cui pendeva la firma di un misterioso killer, Diabolich che, sfidando gli inquirenti con lettere anonime ed enigmi, rimase impresso nelle cronache come l’assassino di via Fontanesi.

Il primo numero di Diabolik uscì il 1 novembre 1962, costava 150 lire e s’intitolava Il re del terrore.

Da subito il personaggio di Diabolik ebbe le caratteristiche per cui divenne celebre, un ladro ingegnoso, capace di mirabolanti travestimenti supportati da maschere sottilissime inventate da lui stesso.

Nel primo numero fece il suo debutto anche il suo alter ego, l’ispettore Ginko, un uomo integerrimo e professionale.

Al fianco di Diabolik, compagna di vita e di misfatti divenne poi Eva Kant, conosciuta nel terzo episodio, L’arresto di Diabolik, bionda, bellissima, vedova di Lord Anthony Kant, morto in circostanze sospette, che sembra fredda e determinata ma, al contempo, è anche una donna sensuale e raffinata.

Luciana arrivò nel mondo di Diabolik dopo la pubblicazione di tredici numeri, si era diplomata in una scuola tedesca e lavorava come impiegata in una fabbrica di aspirapolvere prima di partire per un lungo viaggio verso il successo insieme all’inseparabile Angela.

Angela Giussani, minata da un male incurabile, morì nella sua Milano all’età di 64 anni il 10 febbraio 1986, lasciando le redini della casa editrice a Luciana, morta poi a 73 anni il 31 marzo 2001.

Pin It

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964