Imparare l'inglese fin da piccoli

gruppo-di-bambini-felici-in-classe.png

L’apprendimento di una lingua va di pari passo con la crescita. Vale per l’italiano tanto quanto per l’inglese. Ecco perché l’ordinamento italiano prevede dal 2004 l’obbligo di studiare la seconda lingua a partire dalla primaria, gradualmente. 

Un’ora alla settimana a cinque o sei anni, fino alle tre ore settimanali (DL 59/2004, art. 5).

L’inglese è la seconda lingua per eccellenza ed è insegnata ai bambini già dai primi anni. La domanda da porsi è: è sufficiente imparare qualche canzone o sentir parlare un’ora a settimana, per raggiungere il massimo impatto e il massimo risultato sull’apprendimento dei più piccoli? 

È possibile tendere più verso una full immersion che, tenendo conto delle esigenze e del divertimento, amplifichi i risultati con metodo e professionalità?

Perché iniziare presto rende di più

I bambini piccoli, già nei primi mesi, assorbono e apprendono con una velocità strabiliante. Con la stessa naturalezza con cui i nostri figli imparano la prima lingua, possono essere circondati anche da sollecitazioni in inglese, come canzoni, film, fumetti, giochi e tanto altro. In questo modo, si crea un ambiente in cui parlare in inglese è del tutto naturale.

Le capacità innate di apprendere cominciano a degradare dai 12-13 anni in poi, quindi aspettare è controproducente. Si tratta di approfittare al meglio del cosiddetto “sviluppo cognitivo”, che abitua i più piccoli ad analizzare, a prendere decisioni e a salvare nella memoria.

Esistono ampie risorse online anche gratuite per far giocare in inglese. Lo sviluppo relazionale ed emotivo dato dal gioco crea un’apertura mentale involontaria che assorbe la lingua straniera senza che questa venga percepita, appunto, come estranea.

A chi rivolgersi per insegnare l’inglese ai bambini

Quando si tratta di affidare i propri figli a una scuola, le sicurezze non bastano mai. Oltre alle misure per la protezione dei minori, anche le metodologie e i professionisti scelti devono avere una preparazione e un’esperienza tale da garantire la massima tutela dei minori

In questo senso, esiste una convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia (UNCRC, 1989) a cui una scuola seria e professionale deve adeguarsi.

gruppo-di-bambini-con-computer-tablet-pc-che-imparano-l-inglese-a-scuola

Tra le scuole che hanno aderito alla convenzione e che garantiscono la massima esperienza e professionalità c’è British Council che sposa e adotta questi principi:

  • i minori vanno ascoltati, rispettati e valorizzati;
  • tutti i dipendenti sono controllati al momento dell’assunzione e seguiti nel loro lavoro, con formazione specifica sui sistemi e sulle procedure per la tutela dei minori;
  • attuazione e rispetto delle linee di condotta condivise con le famiglie;
  • supervisione, sostegno e formazione continua.

Tra i tre centri disponibili nel milanese, la sede più popolare e facilmente raggiungibile è quella in zona Repubblica, presso la scuola svizzera:

British Council
Via Andrea Appiani, 21
20121 Milano
Tel: +39 06 9480 0751
website: https://www.britishcouncil.it/inglese/scuola/milano-repubblica

Aperta dal lunedì al venerdì (15:30-19) e al sabato (10:30-17).

Il numero unico nazionale è 06-9480-0751.

Tra i corsi specifici, la scuola di inglese per bambini a Milano Repubblica di British Council offre corsi specializzati come Learning Time with Timmy (per bimbi di 4-5 anni), Primary Plus (6-10 anni) e Secondary Plus (11-18 anni). I programmi sono frutto di oltre 70 anni di esperienza e la scuola è sede di esami per le certificazioni di lingua riconosciute in tutto il mondo, come il test IELTS, il passaporto per studenti universitari e per visti di lavoro.

Pin It

Copyright © 2006 - 2023 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964