• NEWS
  • Minaccia nucleare, Putin manda famiglia nel bunker

Minaccia nucleare, Putin manda famiglia nel bunker

  • Elena Bianchi

Una notizia preoccupante che arriva dal giornale inglese Express dove si apprende che il dittatore Vladimir Putin avrebbe mandato la famiglia nel bunker mentre si prepara alla possibilità di una guerra nucleare.guerra ucraina pexels sima ghaffarzadeh 11322858

Una notizia che non vuol seminare terrore ma che desta qualche preoccupazione, soprattutto per la scelta fatta da Vladimir Putin.

Un’informazione che giunge a noi da una segnalazione e che appare su uno dei giornali inglesi tra i più autorevoli. Nello specifico, parliamo di express.co.uk ove si leggono testuali parole: “Vladimir Putin ha trasferito i suoi familiari in una città sotterranea in Siberia progettata per sopravvivere a una guerra nucleare, secondo un professore russo”.

Le parole del professore russo (durante l’interrogatorio) e la notizia riportata sul giornale inglese Express

Leggere un titolo del genere e, ancor di più, approfondire certi argomenti fa gelare il sangue per quello che potrebbe attendere l’intera umanità.

Di certo, dopo aver letto le parole del professore russo, il primo pensiero che ci viene in mente é sicuramente quello rivolto ai nostri figli e ai nostri cari, al futuro e a quello che ne sarà di tutti quei poveri civili che, inermi, non potranno ripararsi, rifugiarsi dalla tirannia di una guerra nucleare. Un conflitto che non risparmierebbe nessuno, in quanto solo i “ricconi” avrebbero la possibilità di sfuggire a uno sterminio di cotanta crudeltà.

Basti pensare che uno degli ordigni nucleari più pericolosi al mondo, venne costruito proprio in Russia nel 1961. La paura non ci deve far perdere il lume della ragione e nemmeno la speranza che qualcosa di concreto possa cambiare (in positivo).

Inoltre, bisogna anche documentarsi sugli effetti che potrebbe generare le armi atomiche e nucleari perché sono davvero spaventose.

Ma, per il momento, analizziamo quanto pubblicato dal giornale Express e cerchiamo di capire cosa sta succedendo. 

Il professor Solovey ha dichiarato: "Nel fine settimana, la famiglia del presidente Putin è stata evacuata in un bunker speciale preparato in caso di guerra nucleare. Questo bunker si trova nella Repubblica dell'Altai. In effetti - spiega - non è un bunker, ma un'intera città sotterranea, dotata delle più recenti scienze e tecnologie”.

Molti parlano del professore in questione come un cospiratore, ma stando al modus operandi di come sarebbe emersa questa agghiacciante notizia, la preoccupazione e il timore diverrebbero sinonimo di sentimenti comuni.

Su Express si continua a leggere: “Il presidente russo nei giorni scorsi avrebbe mandato la sua famiglia a cercare riparo in Siberia , si sarebbe detto. La sua destinazione: un lussuoso bunker high-tech nelle montagne dell'Altai è stato progettato per la protezione in caso di guerra nucleare. Il professor Valery Solovey , 61 anni, ex professore presso l'Istituto statale di relazioni internazionali di Mosca (MGIMO)”.

Infine, si legge “Ma la scorsa settimana è stato interrogato per sette ore dalle autorità russe a causa delle accuse fatte sulle condizioni mediche e mentali di Putin su un sito di Telegram che gestisce, secondo il Daily Mail.

La sua ultima affermazione arriva quando la Russia lancia un attacco missilistico a tutto campo sulla seconda città dell'Ucraina, Kharkiv, mentre un lungo convoglio di veicoli militari russi scende sulla capitale, Kiev”.

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964