Posso andare in pensione?

pensionatoUna tabella pubblicata sulla rivista del Sindacato FNP-CISL, mette in evidenza alcune situazioni che precisano quando un lavoratore può andare in pensione. Ritenendo l'informazione interessante riassumo quanto pubblicato. 

  • è possibile andare in pensione a 62 anni di età e 38 anni di contributi, tre o sei mesi dopo aver raggiunto quota 100 entro il 2021. Questo permette di andare in pensione fino a cinque anni prima rispetto alle normali norme di riferimento.
  • Solo per le donne dodici o diciotto mesi dopo aver raggiunto entro la fine del 2019 58/59 anni di età e 35 anni di contributi. Questo permette di andare in pensione nove anni prima rispetto alle normali norme di riferimento.
  • se hai sessantatré anni di età e 30 o 36 anni di contributi, solo se sei disoccupato, invalido, assisti un familiare disabile o fai lavori considerati pesanti.
  • in questo caso l'età non assume importanza, è però necessario aver raggiunto i 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne, mentre per gli uomini sono 42 anni e dieci mesi.
  • se si sono svolti lavori usuranti come dipendente, appena si ha raggiunto quota 97,6 con almeno sessantuno anni e sette mesi di età e 35 anni di contributi. Vale sino al 2026.
  • appena si raggiungono i sessantaquattro anni di età e venti anni di contributi, purché hai contributi a partire dal 1996 e la pensione è almeno 2,8 volte l'assegno sociale.
  • quarantuno anni di contributi solo se si ha lavorato almeno 1 anno prima dei 19 anni d'età, e si rientra nella categoria Ape sociale o usuranti. Dopo però tre mesi del 41esimo anno. L'Ape sociale accompagna i soggetti in possesso di determinati requisiti verso la pensione; è necessario aver compiuto i 63 anni di età e non essere titolari di pensione diretta, inoltre si deve essere iscritti all'assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti.
  • in ogni caso appena si raggiungono i 67 anni di età e 20 anni di contributi. Per un lavoratore dipendente invalido almeno all'80%, è sufficiente avere 56 anni se donna, se uomo anni 61.

Ovviamente dopo queste brevi informazioni è necessario rivolgersi o all'INPS oppure a un sindacato per avere informazioni più dettagliate e, se nel caso, assolvere a tutte quelle pratiche che la burocrazia impone.

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964