• NEWS
  • Ucraina, Assotutela: accogliamo i bimbi bisognosi di cure

Ucraina, Assotutela: accogliamo i bimbi bisognosi di cure

a7fe25ab 0d64 4af5 be18 f8012943b41b“La guerra e i bambini. Sono loro i più indifesi di fronte alla deflagrazione di un qualcosa che non comprendono, che da un momento all’altro li priva della loro vita consueta, degli amici, degli affetti, dei giochi, della scuola. E quando sono più fragili delle cure”.

Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Maritato che, proprio in qualità di presidente, si fa promotore di una encomiabile iniziativa rivolta ai bambini e, in particolare a quelli più fragili. “Mi rende orgoglioso trasmettere la comunicazione ufficiale – dichiara – che l’associazione che mi onoro di presiedere, che fa della tutela dei diritti e della protezione dei più deboli lo scopo principale, oggi 25 febbraio, incontrerà l’ambasciata Ucraina con i cui esponenti affronterà il tema della disponibilità offerta da questa nostra grande famiglia, per accogliere i bambini oncologici offrendo la continuità delle cure in Italia. Sarà cura di AssoTutela – continua il presidente – assicurare in contatti con gli ospedali infantili e garantire tutti i passaggi burocratici relativi all’accoglienza, alla presa in carico, al completamento del percorso assistenziale.

Ė il minimo che si possa fare in un caso come questo, un modo per agire concretamente venendo incontro chi è colpito direttamente dal conflitto: Non solo manifestazioni di solidarietà in piazza, ancorché apprezzabili. Abbiamo deciso di essere solidali con azioni concrete che abbiano un riflesso tangibile sulla vita dei cittadini ucraini”, chiosa Maritato.

La guerra vista dai poeti:

Armi dell’allegria

Eccole qua
le armi che piacciono a me:
la pistola che fa solo pum
(o bang, se ha letto qualche fumetto)
ma buchi non ne fa…
il cannoncino che spara
senza far tremare
nemmeno il tavolino…
il fuciletto ad aria
che talvolta per sbaglio
colpisce il bersaglio
ma non farebbe male
né a una mosca né a un caporale…
Armi dell’allegria!
le altre, per piacere,
ma buttatele tutte via!

(Rodari)

I bambini non si meritano le guerre

Come puoi dire ai bambini 

che bisogna fuggire lontano,

rifugiarsi dentro il buio 

per cercare un riparo

Come si fa a dir loro la verità

su quanto stupida è l'umanità,

su quanto crudele è l'uomo

che al posto della scuola

ti sbatte in faccia la guerra …

Come si fa a guardarli negli occhi  smarriti ormai nel terrore

di un incomprensibile presente

 come si fa, dico io, 

a guardarli 

senza ferirsi il cuore…

 (Tania Scavolini)

 

Nero è il cuore di chi vuole la guerra.

 Rosso il sangue di chi muore difendendo la pace.

 Bianca l'anima dei bambini distesi al suolo

 e spento è il cielo di un Dio che si dispera.

 Voglio regalare le mie mani

 a chi non ha mani da congiungere per pregare.

 Ed il mio cuore a chi non ha cuore da ascoltare 

 la notte.

 Voglio che tutto il mondo sia una grande Madre

 che protegga i suoi figli sotto sottane d'amore

 e che nessun vento possa spegnere

 la voce della morbida terra che invoca perdono.

 (Carolina Turroni)

 Di seguito le poesie di Mario Lodi e Guido Catalano:c100701a d022 4c65 b579 81b6f06ea57863bd9364 1f10 460f 8942 233e5f9acbe110a8b1f4 a388 486c ad96 5d1d0613e161a91b0bd4 cfc1 4612 9342 986b79a666c3

​​​​​​​​​

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964