fbpx
  • Home
  • NEWS
  • Vaccino anti covid-19 e TSO: possibile obbligare a farlo?

Vaccino anti covid-19 e TSO: possibile obbligare a farlo?

E' possibile obbligare i cittadini a fare il vaccino anti Covid-19?vaccino covid pix

Preciso subito, per chi non lo sapesse, che la sigla TSO sta per "Trattamento Sanitario Obbligatorio", mediante il quale una legge dello Stato può obbligare a sottoporsi a un trattamento sanitario. Proviamo a entrare allora un poco nel merito e vedere se anche per il vaccino anti Covid-19 ciò è possibile.

Ad oggi, nel nostro paese, la vaccinazione, e i relativi richiami, è obbligatoria solo per i bambini. Lo Stato potrebbe imporre il TSO agli adulti? La prima osservazione si richiama alla Costituzione la quale all'articolo 32 afferma che: La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

Leggendo l'articolo si può ipotizzare che il governo potrebbe utilizzare un TSO per imporre la vaccinazione; tuttavia emergono alcuni problemi, come ad esempio:

  1. Una tale decisione non potrebbe trovare accoglienza se frutto di un mero atto amministrativo, come ad esempio gli abusati D.P.C.M. cui ci hanno purtroppo abituati.
  2. Un decreto-legge anticipato dal governo, che poi il Parlamento dovrebbe confermare entro sessanta giorni, sarebbe azzardato data l'importanza della questione.
  3. La soluzione dovrebbe avvenire solo attraverso una legge, dopo approfondito dibattito, dal Parlamento.
  4. Un vaccino realizzato in tempi così brevi e senza conoscere le possibili controindicazioni ed effetti collaterali, pone, nella popolazione un lecito timore che invita alla estrema prudenza. Quindi meglio lasciare al singolo individuo la libera scelta. È pur vero che non esiste nessun vaccino che dia una garanzia al 100%, ma che almeno si avvicini il più possibile è doveroso pretenderlo.
  5. Il Comitato Nazionale di Bioetica, ( CBN) in un redatto del 27 novembre 2020, per cui molto recente, ha di fatto escluso la possibilità di ricorrere ad un TSO per la vaccinazione anti covid-19, puntando invece su una campagna conoscitiva che punta ad una adesione spontanea del soggetto. Il ricorso al TSO dovrebbe essere praticato solo ove sussiste un reale pericolo per l'intera società.
  6. Sempre il CBN afferma che: "la comunicazione ai cittadini deve essere trasparente, chiara, comprensibile a tutti, coerente, basata su evidenze e dati scientifici reali, che non lasci margini di incertezza, che indichi chiaramente benefici e rischi, che eviti un inutile paternalismo e buonismo". (questo punto mi sembra fondamentale e inevitabile).
  7. Guardando un aspetto pratico, come si potrebbe fare per sottoporre a TSO milioni di persone che dovessero rifiutare la vaccinazione obbligatoria? Mandando le forze dell'ordine e gli infermieri in ogni casa? Vedasi poi l'articolo n. 14 della Costituzione.
  8. Altro problema è rappresentato dai cittadini stranieri che lavorano nel nostro Paese, come regolare gli accessi? E per il turisti? E, peggio ancora, per coloro che arrivano sui barconi, e magari neppure intercettati?

Il problema esiste, bisogna però risolverlo usando il buon senso e valutando tutte le opportunità, i vantaggi e gli svantaggi, non facendosi guidare da interessi economici, opportunità politiche o altre motivazioni che non siano quelle del rispetto e del vero bene della persona.

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964