• Home
  • EVENTI
  • #StayON: una rivoluzione culturale e voglia di ripartire

#StayON: una rivoluzione culturale e voglia di ripartire

  • Daniele De Fazio

stay on Giorni difficili segnati dalla preoccupazione in cui c’è però bisogno di riscoprire nuovi modi di fare socialità. Ecco che la musica ci viene in aiuto con concerti sui social e non solo, è questa l’iniziativa #StayOn partita nella giornata di lunedì 16 marzo coordinata da KeepOnLive, associazione di categoria Live Club e Festival italiani. L'associazione ha promosso un progetto per costruire una staffetta di eventi in streaming e raccogliere il mondo della musica attorno a un grande palco virtuale portando conforto e solidarietà.

Le origini dell'iniziativa #StayON

La volontà degli organizzatori di essere utili in questa fase emergenziale:

"Ci siamo sentiti da luoghi diversi e lontani. Mai come in questi giorni abbiamo azzerato le distanze.  Insieme abbiamo creato #StayON che, per un mondo spesso disgregato come il nostro, è una rivoluzione culturale. #StayON è la costruzione di palinsesti social tra live club e festival, una reale condivisione di programmazione, una sincera collaborazione con i musicisti e i pensatori che saranno conduttori per il mondo della musica live di veri e propri Take Over. Ognuno dalla propria casa, ma in diretta dai canali social degli spazi che tutti i giorni fanno musica e cultura... Perché se crisi significa anche opportunità allora prendiamocela questa occasione di cambiamento e colleghiamoci. La musica non può finire. Live Club e Festival non possono chiudere.  E se le persone non possono andare nei club saranno i club ad andare dalle persone.  Siamo un patrimonio culturale e lo stiamo dimostrando. Quando tutto questo sarà finito, questo non dimentichiamocelo".

I partecipanti

Gli artisti che si esibiscono, musicisti, scrittori, attori e pensatori, sono numerosissimi e costituiscono una rete propositiva, fresca e variegata. 

Lodo Guenzi, Giovanni Truppi, Erica Mou, Guido Catalano, Roberto Mercadini, Dimartino, Pino Marino, Michela Giraud, Giovanni Succi, Eugenio in Via di Gioia, Fadi, entrambi sul palco di Sanremo tra le categorie “nuove proposte”.

Poi ancora Bianco, Francesco Di Bella (24 Grana), Lorenzo Kruger, Renzo Rubino, Enrico Gabrielli, Gnut, Ketty Passa, Giorgieness, Daniele Celona, Nicolò Carnesi, Fabrizio Cammarata, Cisco, Finaz (Bandabardò) e moltissimi altri.

Il progetto

Per sopperire all’inaccessibilità dei palchi intervengono le pagine Facebook di Festival e Live Club, che saranno animate da una serie di esibizioni speciali per due ore al giorno, in “slot” da 30 minuti l’uno, da lunedì 16 marzo alla fine periodo di contenimento. Tutte le attività sono raccolte anche sulla piattaforma di KeepOnLIVE. 

L’intento è poi dare una continuità al progetto, poiché quando la situazione progressivamente sarà rientrata e l’Italia sarà pronta a ripartire, questi luoghi digitali dovranno diventare fisicamente spazi di ritrovo e passione, di confronto e socialità per l’aggregazione e l’economia della musica.

Inoltre, per sensibilizzare sull’emergenza sanitaria e contenere la diffusione del virus, ogni diretta è accompagnata da un link a sostegno di campagne territoriali per raccolte fondi indirizzate agli Ospedali e alla Protezione Civile. 

In un momento di gravissima crisi è necessario che gli operatori del mondo della musica prendano consapevolezza del ruolo sociale e culturale che rivestono.

Per ottenere ulteriori informazioni, per consultare il calendario aggiornato e per visionare l’archivio di tutte le dirette streaming organizzate per l’occasione, è possibile consultare la piattaforma di KeepOn Live.

I canali e le dirette

Ogni giorno dalle 18.00 alle 20.00 ci saranno fino a sette canali che trasmetteranno in contemporanea. Dalle 22.00 ci sarà un unico canale sarà dedicato ai Festival e agli eventi speciali per raccolta fondi.

Un canale un colore dell’arcobaleno. Ogni canale raccoglie gli eventi di quattro live club e festival che trasmetteranno le rispettive dirette. A ogni canale è associato metaforicamente un colore dell’arcobaleno, in quanto simbolo per eccellenza di speranza nella nostra quotidianità così radicalmente mutata.

  • Il canale viola ospita Germi (Milano), Diavolo Rosso (Asti), il Festival Suoni di Marca (Treviso) e Off Topic (Torino).
  • Troverete sul canale giallo gli artisti: I Candelai (Palermo), Linea Gotica (Ferrandina, MT), _resetfestival (Torino), Spazio 23 (Gallarate-VA).
  • MONK (Roma), La Musica Può Fare Festival (Caserta), Cinzella Festival (Taranto), Circolo Quadro (Cittadella-PD) saranno, invece, presenti sul canale blu.
  • Sul canale verde sono presenti le esibizioni di Cap10100 (Torino), Fabbrica 102 (Palermo), Reload Sound Festival (Biella).
  • Il canale indaco propone, invece, Deliri Cafè (Sora-FR), Indiegeno Festival (Patti-ME), Latteria Molloy (Brescia).

Quello arancione e quello rosso sono invece canali in corso di definizione e pertanto ancora da annunciare (stay tuned).

Il canale bianco, è destinato al sociale attraverso una struttura a "reti unificate" ed è quello dove si promuovono eventi di raccolta fondi.

#AiutiAMOBrescia

Doveroso segnalare tra i primi eventi, #AiutiAMOBrescia, previsto per giovedì 19 marzo alle 21.30.  L'evento sarà accessibile sulla pagina Facebook della Latteria Molloy, che trasmetterà in diretta uno speciale concerto-reading a porte chiuse. L'obiettivo è di sostenere l’iniziativa di Giornale di Brescia e Fondazione della Comunità Bresciana Onlus per aiutare gli ospedali bresciani, tra i più colpiti dal Covid-19.

L'iniziativa ha quindi uno scopo non solo culturale ma anche sociale e vuole aiutare le persone che negli ultimi giorni stanno soffrendo e lottando contro il virus portando speranza e sollievo.

 

Cari lettori, vi invito a occupare il tempo a casa riscoprendo le vostre passioni e facendo ciò che da tempo procastinate: lasciate che la bellezza della cultura e delle iniziative proposte in questa fase emergenziale vi renda più partecipi socialmente.

 

 

Leggi anche i seguenti articoli:

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964