• Home
  • NEWS
  • Ausili e supporti per disabili: i contributi per l'acquisto

Ausili e supporti per disabili: i contributi per l'acquisto

disabile pixabayEcco alcune precisazioni e opportunità per l'acquisto di ausili e supporti per disabili.

La Regione Lombardia, con la Dgr 5631-2016, ha definito le modalità per l'acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati a favore delle persone disabili e loro famiglie. Questi gli obiettivi:

  • Contribuire all'autonomia della persona, migliorando anche l'ambiente domestico.
  • Sviluppare le potenzialità della persona in relazione alle sue possibilità di integrazione sociale e lavorativa.
  • Indirizzare gli interventi prioritariamente alle persone e alle famiglie in condizione di precarietà economica.

Chi ne può beneficiare:

  • Persone disabili senza alcun limite di età.
  • Famiglie con figli che presentano disturbi specifici di apprendimento (DSA) che hanno usufruito precedentemente di tali benefici. In questo caso possono presentare una nuova domanda solo per l'adeguamento-potenziamento.
  • Coloro che non hanno ricevuto il contributo per l'acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati nei cinque anni precedenti la misura e nella stessa area, tranne nel caso in cui lo strumento-ausilio, anche se appartenente alla stessa area, sia diverso da quello per il quale era stato concesso il contributo.

Quali sono i requisiti necessari:disabile

  • Persone che per la prima volta presentano domanda di contributo con ISEE uguale o inferiore a 30.000 euro.
  • Persone che per la prima volta presentano domanda di contributo con ISEE superiore a 30.000 euro.
  • Persone che presentano domanda su un'area diversa rispetto a quella per la quale hanno presentato domanda e ottenuto il finanziamento.
  • Persone che necessitano di adeguamento o potenziamento dello strumento o ausilio già precedentemente finanziato.
  • Persone che presentano domanda sulla stessa area dopo 5 cinque anni dall'ottenimento del beneficio con ISEE superiore a 30.000 euro.

Cosa è possibile ottenere

Vediamo in dettaglio cosa si può ottenere tramite domanda, con una spesa fra 300 e 16.000 euro ed un contributo nella misura del 70% della spesa.

  • Personal computer da tavolo o tablet comprensivi di software di base e di tutte le periferiche, euro 400.
  • Personal computer portatile comprensivo di software specifici. Euro 600.
  • Protesi acustiche riconducibili. Contributo massimo riconosciuto euro 2.000.
  • Adattamento dell'autoveicolo. Contributo massimo erogabile 5.000 euro.
  • Gli strumenti acquistati o acquisiti temporaneamente in regime di noleggio, affitto, leasing o abbonamento.
  • Gli strumenti già in dotazione alla famiglia che devono essere adattati o trasformati.
  • Qualsiasi servizio necessario a rendere lo strumento utilizzabile.

Le quattro aree di intervento:

Area domotica: che prevede l'adeguamento dell'ambiente di vita della persona disabile.

Area mobilità: è inerente l'adeguamento dell'autoveicolo di trasporto della persona disabile.

Area informatica: che prevede l'acquisto di Personal computer o tablet.

Altri ausili: sono inerenti l'acquisto di quegli strumenti-ausili ad alto contenuto tecnologico per i quali è riconosciuto un contributo sanitario.

Dove presentare le domande

Le domande possono essere presentate:

- ATS di Brescia

- ATS Montagna

Per ulteriori informazioni e modulistica opportuno rivolgersi ad un sindacato.

Notizia tratte da "Informa" della CISL Lombardia.

Potrebbe interessarti anche:

Bonus e agevolazioni 2020: tutte le opportunità

Emicrania diventa malattia sociale: in approvazione al Senato fra pochi giorni

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964