• Home
  • CRONACA
  • Coronavirus, posto di blocco: si finge infermiere e se ne vanta in video, denunciato

Coronavirus, posto di blocco: si finge infermiere e se ne vanta in video, denunciato

Si finge infermiere per superare posto di blocco dei carabinieri, poi fa un video irridente che lo inchiodaIn questi mesi di emergenza sanitaria abbiamo visto le tante reazioni diverse delle persone - professionisti e volontari che si prodigano ad aiutare gli altri e individui che speculano sulla paura, entrando nelle case con finti tamponi o alzando a dismisura i prezzi delle mascherine - la notizia emersa oggi riguarda un tizio che si finge infermiere, uno dei soliti furbetti, cioè uno di quelli che crede che approfittarsene sia un merito, qualcosa di gagliardo, di cui esserne fieri.

Si finge infermiere a un controllo  

Come riporta Tgcom24 un uomo è stato fermato a un posto di blocco dei carabinieri presso Turbigo (è un comune situato lungo il Naviglio Grande, nella provincia di Milano). Volendo superare il blocco, il tizio ha spiegato di essere un infermiere, aggiungendo di aver appena finito un turno in ospedale di 20 ore. I carabinieri lo hanno ringraziato per il suo lavoro e lo hanno lasciato andare immediatamente.

Il video

L'uomo - che in realtà è un operaio della zona di Varese e fa il piastrellista - ha subito girato un video raccontando del suo inganno e vantandosene, deridendo le forze dell'ordine impiegate per i controlli e il personale sanitario che rischia concretamente la propria vita stando in prima linea nella lotto contro il coronavirus.
La registrazione dell'operaio si conclude con queste parole: "Mi hanno fatto il saluto militare e mi hanno detto 'grazie per quello che fa'. E pensare che ho pure bevuto". E termina con una risata.
Il video irridente ha cominciato a circolare, è stato visualizzato da molte persone sino ad arrivare prima in mano all'Ansa, poi ai carabinieri, i quali si sono messi sulle tracce dell'autore del vile gesto, lo hanno preso, sanzionato e denunciato.
 
 
Ti potrebbe interessare anche:

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964