• NEWS
  • Guerra in Ucraina, spari ad un furgone che portava viveri e un taxi diretto in ospedale: cronache di orrore

Guerra in Ucraina, spari ad un furgone che portava viveri e un taxi diretto in ospedale: cronache di orrore

Nuovo aggiornamento di guerra da  Victor.  

Come à situazione Victor a Ichnya?

La situazione è sempre brutta. La mia famiglia che vive a  sta bene. Mia zia a Khariv nella città che hanno bombardato, purtroppo non riesco più a mettermi in contatto con mia né con internet e né con i cellulari: spero che sia solo un problema di rete.

Non conosco nessuno e non posso mettermi in contatto con altri.

L’altro ieri un mio vicino di casa che ha un negozio di alimentari a Ichnya (città di Roman) è andato con generoo fidanzato di sua figlia e un altro: erano in tre e sono andati con furgone in un’altra città distante circa 30 km per ritirare del pane e poi venderlo alla gente. A metà strada, i soldati russi hanno sparato al furgone e sono tutti morti.

Contemporaneamente c’era un tassista che portava uno in ospedale ed entrambi sono stati sparati.

Dunque sono morte 5 persone della mia città: il mio vicino di casa e il tassista che conoscevo.

Tra l’altro non riescono non riescono nemmeno a portare via i corpi.

I russi ammazzano gente civile, noi no. Hai visto come ci stanno bombardando, oramai puntano ospedali e asili.

Un amico che conosco mi ha raccontato che vicino alla sua città, c’è un paesino dove un gruppo di soldati russi sono entrati in un istituto di bambini orfani e sono accampati li: sanno che sono al riparo dai colpi di arma da fuoco, chi spara ai bambini? Mangiano e vivono in questa struttura.

Usano questi trucchi.

L’Europa e la Nato devono intervenire: la gente continua a morire, distruggono le case e le città, ed infrastrutture.

Putin pensava di essere cosi forse, invece l’Ucraina sta reggendo e immagino chissà quanti armi e missili abbia nascosto. La Nato non vuole chiudere la spazio aereo sull’Ucraina, nonostante le nostre richieste per dare un po di tregua con i bombardamenti.

Continuo a morire persone e bambini, ho visto immagini dove video la gente perde gambe, perde tutto. Creo che tanti non abbiamo vai visto certe immagini nella propria vita.

La secondo te i negoziati stanno funzionando?

Non funziona, non funziona! E’ vero noi russi ucriani e bielorussia siamo un popolo, solo per che la politica siamo divisi però la mentalità è molto simile. Siamo forti in alcune cose rispetto al rispetto del mondo e viceversa. Ti faccio un esempio, se toglie netlix ad un russo, non cambia nulla perché per una vita ha sentito musica pirata. Queste sanzioni non servono.

Non ci sono cambiamenti. Il mondo ci dice “ vi diamo armi, aerei, dove quando? Non c’è niente. Solo bugie e parole.

Europa e Nato hanno sostenuto l’Ucraina, ma adesso con la guerra non fanno niente. Sembra che tutto il mondo aspetta cosa succederà.

Su social si dice che nel mondo ci sono altre guerre ma si parla solo di Ucraina, che il vostro presidente è stato messo dagli americani e ci sono correnti di pensiero che sostengono Putin, cosa ne pensi?

Ci sta leggere queste cose. L’Ucraina è uno stato indipendente, come lo è anche l’Italia.

In Trentino ci sono dei gruppi autonomisti che non chiedono all’Austria, di intervenire e difendere: se uno vuole andare in Austria si trasferisce in quel paese.

La Russia deve pensare al suo territorio, non alla nostra terra.

Quelli che sostengono Putin sono nella maggior parte filo russi e fanno propaganda.

Putin dice che in Ucraina ci sono i filonazisti e che c’è da salvare il popolo ucraino. A Donbass c’erano alcuni russi che volevano l’intervento, ma quando è entrato nelle altre parti non ha trovato questa accoglienza: trova gente che parla il russo, ma non vuole i russi. Nessun viene minacciato perché parla russo.

Un’ultima cosa che ti volevo raccontare: alcuni giorni non mi faccio sentire perché sto proprio male e non ce la faccio a parlarti.

ucraina foto 0403 2

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964