• NEWS
  • L'impegno di Vidas per i malati che non possono guarire

L'impegno di Vidas per i malati che non possono guarire

Ci sono storie che meritano di essere raccontate. È il caso di quella di VIDAS, un’associazione che assiste malati inguaribili da quarant’anni. Era il 1982 quando Giovanna Cavazzoni fondava a Milano l’Associazione e la Fondazione VIDAS con lo scopo di “curare anche quando non è più possibile guarire”: l’espressione che meglio descrive e rappresenta quanto realizzato in questi anni.lasciti vidas

L’associazione milanese mette a disposizione il lavoro dei propri operatori e volontari per tutte le persone di diverse età che sono affette da patologie per la quali la guarigione non è più possibile. Lo fa nel segno della gratuità del servizio assistenziale, che si caratterizza per affiancare non solo il malato ma anche le persone che si trovano ad accompagnarlo nel periodo di fine vita, a cominciare dalla sua famiglia.

Servizi che sono forniti secondo un accesso dettato dal principio di uguaglianza e che mettono al centro il diritto di scelta della persona malata.

 Come sostenere VIDAS

Ogni anno VIDAS assiste adulti, anziani, bambini e adolescenti, mettendo a disposizione percorsi di cura sia domiciliari sia negli hospice Casa VIDAS e Casa Sollievo Bimbi.

Il modo più semplice con cui sostenere il suo impegno è un gesto semplice e gratuito: donare a VIDAS il 5x1000. Si tratta della quota IRPEF che lo Stato ripartisce secondo quanto indicato dai cittadini-contribuenti in occasione della dichiarazione dei redditi. Il 5x1000 è destinabile alle associazioni no profit che si trovano iscritte negli elenchi dell’Agenzia delle Entrate: VIDAS fa parte di queste.

Un altro modo per sostenere VIDAS è attraverso i lasciti testamentari: atti attraverso cui è possibile lasciare in eredità i propri beni o una parte di essi a una persona o a un ente benefico. Si tratta di un gesto che esprime grande umanità, dal momento che coinvolge quanti si trovano nella condizione di bisogno.

È importante precisare che effettuare un lascito testamentario a favore di un’associazione come VIDAS non esclude dall’eredità i propri cari, i quali sono tutelati per legge. La procedura non risulta soggetta ad alcuna imposta, inclusa quella di successione. L’intera somma viene quindi devoluta nella sua totalità a favore dell’ente predisposto.

 L’impegno di VIDAS per bambini e adolescenti

Nel corso della sua storia VIDAS ha accompagnato più di 39.000 persone nel tratto finale della vita. Lo ha fatto sempre mettendo a disposizione un'équipe interdisciplinare, in cui a fianco dei medici e di diverse professionalità ci sono i volontari, anch’essi accuratamente selezionati e preparati.

Un impegno che è rivolto non solo ad anziani e adulti ma anche verso bambini e adolescenti. Una richiesta che è costantemente in aumento, a fronte della quale l’associazione ha risposto dal 2015 con la creazione della prima équipe pediatrica specializzata nelle cure palliative domiciliari di tipo pediatrico. Un servizio che viene ad oggi assicurato presso il territorio delle città di Milano e Monza nonché in altri 112 Comuni dell'hinterland.

Un percorso che non si è fermato e che ha visto nel 2019 un altro step importante: l'inaugurazione di Casa Sollievo Bimbi, un hospice pediatrico in cui si offrono gratuitamente servizi di reparto sia in degenza sia in day hospice. L’accoglienza è simile a quella che si può riscontrare in una casa, così da far sentire il più possibile a proprio agio i piccoli pazienti e le loro famiglie.

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964