• Home
  • CRONACA
  • Spostamenti Coronavirus: cosa è possibile e cosa no

Spostamenti Coronavirus: cosa è possibile e cosa no

autocertificazione spostamenti coronavirusCome abbiamo già scritto, fino al 3 aprile in tutta Italia per spostarsi serve compilare un'Autocertificazione degli spostamenti predisposta dal Ministero dell'Interno.

Vediamo ora in dettaglio cosa si può fare e cosa è vietato in base al DPCM sugli spostamenti sull'intero territorio nazionale.

Innanzitutto è bene EVITARE ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori, nonché all'interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. E' consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Le motivazioni devono essere comprovate anche mediante AUTODICHIARAZIONE. La veridicità di controlli successivi e la non veridicità costituisce reato. Divieto assoluto di uscire da casa per chi è in quarantena o risulti positivo al virus. Forte raccomandazione a non uscire per chi ha sintomi da infezione respiratoria e febbre superiore a 37,5.

Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il mancato rispetto degli obblighi di cui al presente decreto è punito ai sensi dell'articolo 650 del codice penale, come previsto dall'art. 3, comma 4, del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6.

Lavoro e Acquisti

  • Se abito in un comune e lavoro in un altro, posso fare “avanti e indietro”? SI, è uno spostamento giustificato per esigenze lavorative.
  • Sono un artigiano/libero professionista/lavoratore autonomo, posso spostarmi per lavoro? SI, lo spostamento per esigenze lavorative è consentito a patto che si abbia l'autocertificazione compilata che comprovi la necessità dello spostamento.
  • Sono un libero professionista, posso spostarmi liberamente? NO, solo per comprovate esigenze lavorative dimostrabili.
  • È possibile uscire per andare ad acquistare generi alimentari? SI, si potrà sempre uscire per acquistare generi alimentari
  • Posso andare a fare la spesa in un altro Comune? La spese deve essere effettuata in prossimità della residenza, quindi prioritariamente nel proprio comune.
  • Si può uscire per acquistare beni diversi da quelli alimentari? SI, ma solo in caso di stretta necessità (acquisto di beni necessari, come ad esempio le lampadine che si sono fulminate in casa).

 Tempo Libero

  • L’accesso a parchi e giardini pubblici è consentito? SI, parchi e giardini pubblici possono restare aperti per garantire lo svolgimento di sport ed attività motorie all'aperto, come previsto dall’art. 1 comma 3 del dpcm, a patto che non in gruppo e che si rispetti la distanza interpersonale di almeno un metro.
  • I ragazzi/bambini/famiglie possono andare al parco? SI, purché i luoghi non siano affollati e non si creino assembramenti e comunque è obbligatorio tenere almeno 1 metro di distanza tra le persone.
  • Posso uscire di casa per una passeggiata? SI, ma non in luoghi affollati e solo se non si crea assembramento e comunque è obbligatorio tenere almeno 1 metro di distanza tra le persone.
  • È consentito fare attività motoria? SI, l’attività motoria all'aperto è consentita purché non in gruppo.
  • Posso andare a casa di amici per cena o durante la giornata per motivi diversi da quelli consentiti dal DPCM? NO, gli spostamenti sono consentiti solo per motivare esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute. 

Famiglia

  • Sono separato/divorziato, posso andare a trovare i miei figli? SI, gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti, in ogni caso secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio.
  • Sono un nonno/nonna che deve andare all'interno del Comune o in altro Comune a tenere i nipoti perché i miei figli vanno a lavorare, posso andare? SI, spostamento consentito per necessità.
  • Posso andare ad assistere i miei cari anziani non autosufficienti? SI, è una condizione di necessità. Ricordate però che gli anziani sono le persone più vulnerabili e quindi cercate di proteggerle dai contatti il più possibile
  • Ho i genitori anziani da accudire posso recarmi a casa loro? SI, spostamento consentito per necessità.

Trasporto merci

  • Sono previste limitazioni per il transito delle merci? NO, nessuna limitazione. Tutte le merci (quindi non solo quelle di prima necessità) possono essere trasportate sul territorio nazionale. Il trasporto delle merci è considerato come un’esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può spostarsi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci.
  • I corrieri merci possono circolare? SI, possono circolare.
  • Sono un autotrasportatore. Sono previste limitazioni alla mia attività lavorativa? NO, non sono previste limitazioni al transito e all'attività di carico e scarico delle merci.
  • Esistono limitazioni per il trasporto pubblico non di linea? NO. Non esistono limitazioni per il trasporto pubblico non di linea. Il servizio taxi e di ncc non ha alcuna limitazione in quanto l’attività svolta è considerata esigenza lavorativa.

Leggi anche:

Coronavirus: il racconto di Alessandro, docente a Pechino

Coronavirus: consigli di un pediatra per la salute dei bambini

Autocertificazione spostamenti Coronavirus: come si compila

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964