• Personaggi
  • Teo Teocoli: un personaggio milanese a tutto tondo

Teo Teocoli: un personaggio milanese a tutto tondo

So di aver commesso un piccolo disguido, essendo il Teocoli nato a Taranto e di origine calabrese, ma poiché dall'età di cinque anni Teo con la famiglia si stabilì a Milano, credo di poterlo annoverare come un milanese se pur "adottato".

Teocoli lo conosciamo come attore, comico, cabarettista, imitatore, cantante, conduttore televisivo e anche regista teatrale, insomma, una carriera davvero ricca di soddisfazioni.teo teocoli

Anche per lui il trampolino di lancio è il Santa Tecla, un club storico di Milano degli anni cinquanta e sessanta che ha iniziato numerosi cantanti e gruppi musicali, nonché tempio della musica jazz, dove si esibisce come cantante di rock'n'roll. La Dischi Ricordi, etichetta discografica, gli propone un contratto discografico, partecipando alla manifestazione canora italiana, a Bari, dal titolo "Caravella dei successi". Nel 1966 entra a far parte, come voce solista, dei "Quelli", che diverrà poi la "Premiata Forneria Marconi". L'anno dopo esce dalla formazione e accetta l'offerta della casa discografica di Celentano.

Il Derby, altro celebra locale notturno milanese, attivo tra il 1959 e il 1985, lo vede esordire come cabarettista assieme ad altri comici quali Boldi, Faletti, Cochi e Renato, dove conosce un altro grande della musica, Enzo Jannacci.

La rete due della RAI, nel 1973, lo fa esordire nella trasmissione "Il poeta e il contadino" con Cochi e Renato, anche se un più vero successo lo ottiene sulla rete televisiva locale Antennatre insieme a Massimo Boldi nel programma "Non lo sapessi ma lo so" del 1982.

Nel programma televisivo di Italia 1 dal titolo "Emilio", Teocoli propone il personaggio tifoso fanatico del Milan, Peo Pericoli. Per poco più di un mese conduce Striscia la notizia, per poi passare a condurre scherzi a parte con Gene Gnocchi. Nella trasmissione domenicale Quelli che il calcio crea esilaranti personaggi imitando Cesare Maldini e Peppino Prisco. Nel 1999 riceve il Premio Regia Televisiva per il miglior personaggio maschile dell'anno.

L'anno 2000 lo vede conduttore del Festival di Sanremo con Pavarotti e Fazio. Molte altre sono state le sue partecipazioni a spettacoli, sino alla recentissima apparizione a Zelig, edizione 2021, presentando il suo celebre personaggio Felice Caccamo.

Teocoli è anche un imitatore e moltissimi sono i personaggi da lui imitati, mi limito ad elencarne alcuni:

  • Gianni Agnelli – imprenditore e politico italiano.
  • Giorgio Armani – stilista e imprenditore italiano.
  • Adriano Celentano – cantante.
  • Ray Charles – cantante e pianista statunitense.
  • Tony Dallara – cantante e pittore italiano.
  • Piero Fassino – politico italiano.
  • Vittorio Feltri – giornalista e opinionista italiano.
  • Adriano Galliani – dirigente sportivo.
  • Cesare Maldini – calciatore e allenatore italiano.
  • Giuseppe Prisco – avvocato e dirigente sportivo italiano.
  • Valentino Rossi – pilota motociclistico italiano.

Tra i personaggi immaginari creati da Teocoli non è possibile non ricordarne alcuni, tra cui figura Felice Caccamo, giornalista sportivo napoletano. La sua prima apparizione risale al 1990 nella trasmissione Paperissima, divenendo da subito uno dei pilastri della trasmissione Mai dire gol, trasmessa su Italia 1 dal 18 novembre 1990 al 25 febbraio 2001. Il personaggio di Felice Caccamo appare con capelli rossi, con un paio di occhialoni stile anni sessanta, porta una giacca azzurra volutamente stretta. La cravatta è adattata allo sfondo con il Golfo di Napoli, grazie a un accorgimento definito in gergo "chiave cromatica". Il suo tormentone è: Gita la palla, gira la palla. Sicuramente un personaggio che rimarrà negli annali della storia comica televisiva italiana.

Altri personaggi usciti dalla fantasia di Teocoli sono, ad esempio:

  • Macho Camicho
  • Peo Pericoli
  • Il marocchino
  • Gianduia Vettorello
  • Zobeide
  • Il Ciurlo
  • Abelardo Norchis, cantante spagnolo e chitarrista senza una mano.

Molto folta è anche la sua filmografia, così come la partecipazione a programmi televisivi con alcune escursioni nel campo della pubblicità e della bibliografia con diverse pubblicazioni.

Ha ricevuto premi e riconoscimenti quali:

  • Premio Regia Televisiva nel 1999.
  • Nel 2006 è insignito dell'Ambrogino d'oro.
  • Nel 2007 premiato col Leggio d'oro per la voce televisiva.

Un personaggio, il Teocoli, che ha fatto, e ancora fa, ridere e divertire, e che assistere a un suo spettacolo è davvero appagante.

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964