Palio storico di Barlassina: la Cursa di Asnitt

Barlassina è un paesotto situato a circa 13 km da Monza, 17 km da Como e 21 da Milano, posto sulle colline della Valle del Seveso nella Brianza comasca. Abitato in epoca antica dagli Insubri e poi... ma non è di questo che vi voglio intrattenere, piuttosto del Palio storico di Barlassina che si tiene la terza settimana di settembre. Per questo 2021 è opportuno contattare il Comune che fornirà tutte le informazioni necessarie e certe. Telefono centralino: 0362 57701.asini pix

Tornando al Palio preciso subito che si tratta di una sfida a cavallo di un cavallo? No, di un asino, infatti, la sfida è conosciuta come la "Cursa di Asnitt", ossia la "Corsa degli Asinelli". Come mai gli asini? Perché tanti anni or sono il Paese era famoso per i suoi asini appunto.

Otto sono i rioni del paese coinvolti nell'aggiudicarsi il Palio e sono:

  • il Rione Acqua Colda
  • il Rione Borghett
  • il Rione Cascina Santa Maria
  • i Rione Fabricon
  • il Rione Fameta
  • il Rione Louet
  • il Rione Montoeu
  • il Rione Polenta Pajoroeuil

Il Palio ha avuto inizio 39 anni or sono, nel 1982 e consisteva in una corsa di asini montati da fantini, uno per ogni rione. Vinceva, ovviamente, il primo che tagliava il traguardo, anche se l'animale era scosso, cioè senza fantino in groppa. Nel 2013 però la gara ha modificato la formula poiché non sono più gli asini animali a correre, ma due concorrenti che portano su una portantina un asino di polistirolo, con in più una palla posta sopra un vaso sistemato sulla portantina e che non devono far cadere. I corridori sono chiamati scherzosamente "asnitt". Chi vince si aggiudica un drappo che verrà esposto per tutto l'anno nella sede del rione.

Ovviamente la festa inizia il giorno prima con mercatini vari, antiquariato, collezionismo e musica in quantità. Vi sono sfide e giochi diversi in attesa della Domenica e del Palio, che inizia con la sfilata storica in costume per le vie cittadine.

Questo Palio storico ha visto anche l'interesse di un poeta milanese come Carlo Porta che dedica una poesia proprio a questo Palio e che volentieri riporto. Dice così:

Rivi de Barlassina appena adess

dove sont staa dò nocc e tutt on dì,

e de asnitt d'ogni etaa, de tutt i sess,

n'hoo vist on milla, senza cuntamm mì.

Eppur per vess tant asen, e per vess

el sò mes de incazziss e de sgarì,

ch'è 'l, che no è' l, scior mio, resti de gess:

vun che l'è vun, no l'hoo sentii a zittì.

 

Se no' l fudess che soo coss'hin i asen,

besti goff, incapazz de riflession,

che no sann perchè raggen, perchè tasen,

 

podeva fos'anch ess, che ghe insegnass

a scernì foeura on contrattemp pù bon

de sospend i soeu vers per riposass,

 

e minga per seccamm i zebedee

de supplì i soeu versori con i mee.

 

Naturalmente, in attesa del Palio, è doveroso visitare il Paese, le sue chiese, il santuario e le architetture civili presenti.

Per raggiungere Barlassina da Milano è possibile percorrere la strada provinciale 44 Nuova Comasina; dalla strada provinciale 118 Seregno-Cogliate e dalla superstrada Milano-Meda.

Possibile anche via Ferrovia sulla linea Milano-Asso.

 

Che dire se non ... buon divertimento.

 

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964