• Home
  • TRASPORTI
  • Turni del personale: scontro tra sindacato e Trenord

Turni del personale: scontro tra sindacato e Trenord

trenord2019 specchiaI turni del personale mobile sono oggetto di un forte scontro tra il Sindacato OR.SA. e l’azienda Trenord.

L’Or.Sa Lombardia denuncia l’annosa problematica e chiede “l’immediata comunicazione dei turni in vigore a dicembre, comprese le festività”

Di seguito riportiamo integralmente il comunicato.

TURNI PERSONALE MOBILE TRENORD: VERGOGNA!

La Segreteria Regionale OR.S.A. Ferrovie Lombardia ed i Collegi RSU 1A PdM e 1B PdB, in data 9 dicembre 2019, si sono incontrati con l’azienda Trenord per i turni del personale mobile in vigore dal prossimo 15 dicembre.

L’azienda ha spiegato le difficoltà per la costruzione turni del periodo invernale e l’impossibilità di applicare eventuali proposte prima di Gennaio 2020. Dunque una riunione inutile visto l’atteggiamento tenuto dall’azienda che, di fatto, impedisce la trattativa sia all’O.S. che alle RSU.

La delegazione OR.S.A. Ferrovie ha rigettato completamente i turni presentati dall’azienda in quanto non rispettosi del contratto vigente, compresi i successivi accordi, e per la presenza di lavorazioni pericolose in diverse località già segnalate ed individuate dalla stessa società. OR.S.A. ha inoltre evidenziato il problema del continuo ed unilaterale spostamento di produzione, senza accordo di ripartizione, e la propria contrarietà rispetto alla deprofessionalizzazione derivante dalla perdita di abilitazioni alle linee e mezzi che interessa tutti i lavoratori di Trenord.

OR.S.A. Lombardia, come fatto dai collegi RSU, ha chiesto di programmare un fitto calendario per risolvere le annose problematiche che interessano i turni del personale mobile ed ha richiesto l’immediata comunicazione dei turni in vigore a dicembre, comprese le festività.

 Trenord, oltre a non consegnare i dati necessari per una corretta trattativa turni, non è stata in grado di fornire i turni delle festività a tutti i lavoratori del personale mobile. Reputiamo vergognoso che oggi, 10 dicembre 2019, il personale ancora non sia a conoscenza dei turni di Natale e delle varie festività.

L’arroganza ed il poco rispetto aziendale, nei confronti di tutti i lavoratori, non merita alcun tipo di collaborazione o di dialogo. Il “senso di responsabilità” dimostrato fino ad oggi dal personale, che giornalmente si sacrifica per garantire un servizio sufficiente per la clientela Lombarda, non può essere continuamente richiamato per sopperire alle incapacità dirigenziali.

 Il 15 e 16 dicembre SCIOPERIAMO COMPATTI per riprenderci la DIGNITÀ che questa azienda cerca ogni giorno di strapparci!

Sul comunicato interviene anche Luca Beccalli, segretario regionale del Sindacato OR.SA e macchinista di Trenord:

OR.S.A. Lombardia conferma lo sciopero del 15/16 dicembre che poteva essere evitato semplicemente con l’applicazione del contratto e degli accordi da parte di Trenord e l’avvio del rinnovo contrattuale, richiesto ormai da anni da parte del sindacato maggiormente rappresentativo in azienda in termine di iscritti e voti alle elezioni RSU.

 Le trattative inconcludenti con l’azienda Trenord continuano ad esasperare il rapporto tra tutti i lavoratori e la dirigenza aziendale che, ancora una volta, non riesce a garantire quella serenità e tranquillità di gestione del più grande vettore regionale presente nel nostro Paese.

Ne è conferma l’ultimo incontro tenutosi sui turni del personale mobile che ha visto nuovamente la mancata applicazione degli accordi, come confermato sia dalle RSU che dalla delegazione di OR.S.A. Ferrovie Lombarda. Si ricorda che i macchinisti ed i capitreno di Trenord, oggi 10 dicembre 2019, ancora non sanno il turno di lavoro di Natale e di Capodanno, non permettendo quindi di poter organizzare le festività con le proprie famiglie. Violando di fatto il diritto sancito anche dalla Nostra Costituzione.

Sarebbe stato auspicabile che Trenord mostrasse la stessa sensibilità rivolta a chi deve fare shopping per Natale, anche per i propri dipendenti e soprattutto per le loro famiglie, che ancora non sanno il turno di lavoro dei propri cari durante le festività. Padri, madri, figli che ancora aspettano speranzosi di sapere se la propria mamma o papà passerà il Natale con loro oppure dovrà espletare il servizio che con orgoglio e senso di rispetto verso i viaggiatori fornisce.

Reputiamo quindi vergognoso richiamare “il senso di responsabilità” a chi giornalmente si sacrifica per un’azienda che non ha alcun tipo di rispetto per i propri lavoratori. Se Trenord avesse veramente a cuore i lavoratori e tutti i cittadini Lombardi non avrebbe alimentato questa situazione conflittuale che si protrae da tempo, ma si sarebbe parte attiva per risolvere le tante problematiche che affliggono i lavoratori.

La risoluzione dei problemi descritti sono tranquillamente risolvibili ed alla portata dell’azienda, per questo ribadiamo che Trenord è l’unica e diretta responsabile dei disagi creati passati e futuri.

 

Ricordiamo le modalità di sciopero

Dalle 3.00 di domenica 15 dicembre alle 2.00 di lunedì 16 dicembre 2019 è previsto uno sciopero, indetto dal sindacato Or.SA, che interessa il trasporto ferroviario regionale della Lombardia. Pertanto il Servizio Regionale, Suburbano, la Lunga Percorrenza di Trenord e il Servizio Aeroportuale, potranno subire variazioni e/o cancellazioni.

Essendo indetto per una giornata festiva, non sono previste le consuete fasce orarie di garanzia.

In caso di non effettuazione dei treni, autobus sostitutivi "no-stop" saranno istituiti limitatamente ai collegamenti aeroportuali "Milano Cadorna-Malpensa Aeroporto" e "Malpensa Aeroporto-Stabio". Da Milano Cadorna gli autobus partiranno fuori dalla Stazione, da via Paleocapa 1.

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964 MILANO TORINO PAVIA RIMINI