• Home
  • CRONACA
  • Emergenza Coronavirus: le scuole italiane lanciano la Fiaccolata Virtuale

Emergenza Coronavirus: le scuole italiane lanciano la Fiaccolata Virtuale

candelaLe scuole italiane stanno lanciando una fiaccolata virtuale lunedì 23 marzo dalle ore 21. L’evento si svolgerà con una trasmissione in streaming, che introdurrà momenti di riflessione e di svago che vivremo insieme, seppure a distanza.

Lo scopo di questa iniziativa è unire in una luce diffusa tutte le scuole che vorranno aderire. La scuola va oltre le mura degli edifici e chiede ai bambini e ai ragazzi, alle famiglie, ai docenti, a tutto il personale delle scuole italiane, di dimostrare che… #lascuolanonsiferma.

Gli istituti stanno invitando a mettere un lumino sulla finestra di casa, così le finestre si apriranno e la luce illuminerà piccoli spazi ALL'APERTO. Il programma è ancora in progress e alcuni Istituiti ne stanno dando conoscenza progressivamente, attraverso le circolari interne.

Alle famiglie e al personale delle scuole partecipanti si chiede di accendere una candela sulla finestra/balcone dalle 19:00 in poi, giorno 23 marzo p.v.

Per partecipare alla diretta andare YouTube dalle ore 19:00 del 23 marzo 2020
https://tinyurl.com/tuttobene23.

Si potrà postare su Facebook, Twitter, Instagram una foto della fiaccolata virtuale con l’hashtag #scuoleilluminate aggiungendo il nome dell’istituto scolastico (non della persona) e il messaggio Andrà tutto bene! o altro breve messaggio che vi sentiate di condividere. 

Gli istituti stanno raccomando di indicare il nome della scuola di cui fate parte, perchè alcune foto verranno mostrate durante la diretta e, nei giorni successivi alle trasmissioni e saranno premiate le due più significative dello spirito dell’evento (viene premiata la scuola, non il singolo).

#andràtuttobene

candele scuola

Una bellissima iniziativa per coinvolgere tutti gli studenti italiani,  ormai a casa da tanti giorni, lontani dai loro compagni di classe.

Cerchiamo di ritrovare un contatto fatto di sensazioni ed emozioni, che deve essere lasciato tra i banchi di scuola.

Un applauso al mondo della scuola fatta di docenti, educatori, maestri, insegnanti, di ruolo e precari,  che continua a pensare, creare e unire da Nord a Sud il futuro del nostro paese.

Speriamo che ci siano ancora altre iniziative, che saremo pronti a raccontare con entusiasmo e passione.

Sosteniamo la scuola senza se e senza ma.

Leggi anche:

5.000 decessi, forse è il caso di dire Stop a Sanremo sui balconi

Coronavirus Lombardia, nuova ordinanza: da 22 marzo rilevazione temperatura e stop corse

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964