• NEWS
  • Gaia Gentile, la voce che avvicina la Puglia con la musica del Brasile e dell’Africa

Gaia Gentile, la voce che avvicina la Puglia con la musica del Brasile e dell’Africa

“Se la musica viaggia a velocità quasi estreme questo disco aiuta ad alleggerire, provando a far fermare il  e lo spazio per dimenticare le ansie e le paranoie, perché infondo: “Tanto Tutto Passa”.

È il mood che caratterizza Gaia Gentile, giovane artista nata a Bari che w bellissimo da Tel Aviv e farlo con la musica è sempre il sogno più grande.

Quando mi chiedono di tutti questi 4 continenti che ho girato quale mi ha colpito,   spesso rispondo “ L’africa”. Per esempio uno dei festival al quale ho partecipato e mi ha colpito  è stato  appunto  in Zimbabwe :  c’erano dei palchi  enormi  ed immersi nella natura più selvaggia che simboleggia la “magia”  dell’Africa, dove tutto sembra  cosi “indietro” e   legato alla terra.  Così rurale.

Questa dimensione mi ha lasciato davvero un segno,  come la musicalità innata delle persone attorno a me, che pur non avendo nulla riescono ad avere sempre il sorriso.

Mentre a livello musicale, ti hanno contaminato?

Guarda, tantissimo ed è inevitabile. Io sono una persona curiosa prima di essere un’artista. Un’ altra particolarità affascinante del viaggio è poterlo vivere scoprendo tutto ciò che si crea con la musica in nuovi posti.

Ad esempio, a novembre sono stata un mese in tournee in Brasile e questo ha influenzato il mio secondo disco che è uscito la settimana scorsa, che contiene dei pezzi legati a quella terra.

gaia brasile

E’ una cosa incredibile perché c’è un ritmo simile alla musica della “nostra Puglia”, con tante connessioni e sfaccettature ed ho  voluto inserire tutto questo  nella mia musica e nel mio disco.

Nell’ultimo singolo “Mentre tutto passa”  spicca queto strumento “ukelele”. Lo suoni abitualmente?

Si suono questo strumento ed  è  per  uno scacciapensieri  scanzonato. Mi piace forse perché mi chiamo Gaia e mi piace trasmettere l’allegria!  Credo che sia  lo strumento adatto per accompagnare  questo mood e rimanda mondo al Sud America, a Bali, alle Maldive.

Nella rete di si “pescano” tante cose particolari e “sfidanti” come il pezzo  "Thunderstruck" degli AC/DC in salsa blues con Antonello Boezio- Nicolò Pantaleo. Come nascono questi esperimenti?

Io sono pazza. Due anni fa abbiamo fatto quel video e volevo una cosa strong da rifare in altri vesti. Forse gli amanti del rock e del metal storcerebbero il naso per una versione del genere. Solo con la musica può fare questi esperimenti estremi.

gaia gentile ac dc

(link https://www.youtube.com/watch?v=8zegIhXy9E8)

Sebbene tu faccia musica “che porta entusiamo e allegria” ,  hai scritto  un pezzo “ Nelle notte di pensieri” molto riflessivo e toccate. Eri in un momento particolare della tua vita?

Quella canzone è di 9 anni fa in un momento triste della mia vita e oggi non lo riesco più ad ascoltare. In quel momento non sapevo quello che volevo fare e  ho fatto uscire queste canzoni senza pretese. Oggi invece ho  le idee più chiare.

gaia gentile nella notte dei pensieri.pngNel video che ti riprende in un concerto a Rutigliano si sentono diverse cover e il saluto di una simpatica “nonna”. Raccontaci

Il concerto a Rutigliano è stato l’ultimo concerto che ho fatto prima del lockdown. Era la prima data del Tour “Gaia Gentile ..ma non troppo”. Nemmeno il tempo di partire e poi hanno chiuso tutto.

Oltre a far conoscere la mia musica e il mio mondo, nel mio spettacolo  mi piace  omaggiare gli artisti come  Caparezza, Silvestri,  Dalla, Capossela che mi hanno segnato e con i quali l’ho avuto onore di collaborare,  realizzando  dei medley  unendo i loro pezzi.

gaia gentile ma non troppo

Il video si conclude con mia nonna ed è  sempre lei compare nella canzone “Speriam”.

gaia gentile nonna

 Il tuo legame con la terra ti ha portato a cantare anche allo stadio  San Nicola  “per la festa della promozione del Bari” come è nata questa idea?

Mi hanno chiamato su proposta di Puglia Sound che è un ente pugliese  e mi hanno proposto di fare  “We are the champion” dei Queen allo stadio San Nicola.

Nei giorni precedenti l’evento ero “po'  in fibrillazione” però quando mi sono esibita è stata  un’emozione assurda.

Sei stata molto intonata durante l’esibizione. In passato abbiamo visto che artisti affermati  hanno  sbagliato a cantare gli inni.

Per fortuna avevo fatto le prove con il pianista. Eravamo estremamente collaudati  e questo ci ha aiutato tanto.

Non  era facile fare piano e voce in una versione più elegante, rispetto al pezzo classico/originale con la  batteria originale. Era un po’ azzardato, ma quando ho sentito tutta la curva cantare con me  è stata una delle cose più gasanti della mia vita.

gaia gentile stadio

Speriam è pezzo particolare della tua discografia legato al territorio?

Speriam  è un pezzo dialettale girato a Cassano nel mio paese  e ovviamente ci voleva un pezzo coerente con il mio territorio.

gaia gentile verde

Ho notato il  colore verde  ma è una casualità?

No, è il mio colore preferito è ed  mio il presupposto, perché volevo associare il verde alla speranza a questo  “mood” per comunicare in maniera diretta, pane pane e  vino al vino !

 Volevo esser diretta ed efficace e mi è venuto il ritornello in dialetto speriam….!

gaia gentile speriam

Riportiamo i contatti dell’artista Gaia Gentile:

www.gaiagentileofficial.it 

https://www.youtube.com/c/GaiaGentile

www.facebook.com/GentileGaia 

www.instagram.com/gaia_gentile_official/?hl=it

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964