• NEWS
  • Mancanti pagamenti della cassa integrazione Alitalia: la denuncia di un ex steward

Mancanti pagamenti della cassa integrazione Alitalia: la denuncia di un ex steward

“Ci hanno chiamato per anni privilegiati, additati come indolenti nullafacenti abituati a dormire in alberghi 5 stelle e a mangiare caviale”: è l’amara considerazione di M.F. un ex steward della compagnia aerea Alitalia, fuori dai giochi nella neonata Ita e in attesa del pagamento della cassa integrazione da diversi mesi.alitalia fotopixabay

Riportiamo la lettera ricevuta in redazione.

La memoria storica di questo paese purtroppo ricorda in  maniera selettiva; certa parte della stampa asservita al potere descrive verità basate su lontani racconti che ormai si perdono nella notte dei tempi, attaccando alla pancia l’opinione pubblica da sempre aizzata contro di chi viene visto come fonte di sperpero… ma la verità è sempre altrove… comodo non cercarla se ce la raccontano, peccato poi che sia parziale o inventata.

La verità oggi è ben altra, all’indomani del 15 ottobre 2021, dopo aver assistito all’ennesimo scandalo di natura politica nella costituzione di Ita, con criteri di selezioni poco chiari o meglio inesistenti, 8000 famiglie sono state abbandonate al loro destino dietro promessa della Cassa Integrazione.

Non mi dilungherò spiegando com’è costituita la cassa integrazione di un “navigante” mi limiterò a dire che le due voci di cui è formata si basano su calcoli che una volta fatti non hanno bisogno  di revisioni, e un normale computer si limita a moltiplicare una cifra per un numero di giorni, Alitalia in amministrazione straordinaria li comunica all’INPS che eroga.

Il meccanismo è lineare o meglio dovrebbe. 

Invece da ottobre abbiamo ricevuto un solo pagamento. Mancano all’appello novembre dicembre gennaio e febbraio, più la seconda parte di un conguaglio del 2019. Delle due voci costituenti la cigs nessuna viene erogata.

8000 famiglie non percepiscono alcun reddito, alcune famiglie sono ancora più sfortunate perché se entrambi i genitori lavoravano per Alitalia, ora giacciono nel dimenticatoio di Inps.

Il lavoro nobilita l’uomo cita l’adagio, ma se te lo portano via e non ti danno quello per cui hai lavorato una vita il risultato è devastante.

La cassa integrazione è un reddito peculiare che non può essere sottinteso o dimenticato o peggio reso gioco di un rimpallo tra INPS e Alitalia, è l’ultimo baluardo prima di vedere naufragata un’intera vita professionale.

Chiediamo a gran voce a INPS E ALITALIA di porre  rimedio a un disastro che i lavoratori subiscono senza alcuna colpa.

 

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964