Carla Fracci: una Stella della danza

Un altro personaggio milanese, in questo caso di fama mondiale, è la ballerina Carla Fracci, ed è a lei che voglio dedicare quest’articolo.carla-fracci

La Fracci nasce a Milano nel 1936, e dall’età di dieci anni studia alla scuola di ballo del Teatro alla Scala, diplomandosi nel 1954. Si può dire che la Fracci sia nata con il ballo nel DNA, tanto che nel 1958 diviene prima ballerina, dopo essere stata per due anni ballerina solista. Molte le compagnie straniere che hanno avuto come protagonista la Fracci, tra cui il Royal Ballet, che è la maggior compagnia di balletto britannica. La vediamo anche come ballerina presso l’American Ballet Theatre, di New York City, una della compagnia di danza più quotata nel mondo.

I ruoli interpretati dalla Fracci sono sia romantici sia drammatici, come ad esempio Giulietta, Francesca da Rimini. Neppure tralascia i ruoli in opere contemporanee, quali ad esempio Medea, Concerto Barocco e altri. Nello sceneggiato della RAI, Verdi, la Fracci compare interpretando il ruolo della Strepponi, seconda moglie del musicista. Meravigliosa la sua danza nel Lago dei Cigni, nella Bella addormentata, nello Schiaccianoci e in tante altre. Ha danzato con i migliori ballerini internazionali, ricordo fra tutti Rudolf Nureyev.

La sua carriera è costellata da impegni e responsabilità, infatti, alla fine degli anni ottanta dirige il corpo di ballo del Teatro San Carlo di Napoli. Per un anno si occupa della direzione del corpo di ballo dell’Arena di Verona, mentre dal 2000 al 2010 dirige il corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma. Il comune di Firenze la nomina, nel 2009, assessore alla Cultura della Provincia. Altri riconoscimenti sono che dal 1994 è membro dell’Accademia di Belle Arti di Brera, Presidente, nel 1995, dell’Associazione Ambientalista e, dal 2004, nominata ambasciatrice della FAO.

Pubblica, con Arnaldo Mondadori Editore, la sua biografia con il libro Passo dopo passo, dove racconta la sua affascinante storia di donna e di ballerina.

Giustamente le sono state riconosciute le seguenti onorificenze:

  • Grande Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.
  • Medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte.
  • Dama di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.

L’artista ha abitato nella metropoli lombarda in Via della Spiga, 5 per poi, dagli anni duemila, trasferirsi nella capitale.
Un nome, quello della Fracci, di cui Milano può vantarsi di aver dato i natali. Prima però di terminare voglio citare queste parole dette dalla Fracci:
-    La danza è una carriera misteriosa, che rappresenta un mondo imprevedibile e imprendibile. Le qualità necessarie sono tante. Non basta soltanto il talento, è necessario affiancare alla grande vocazione, la tenacia, la determinazione, la disciplina, la costanza.

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964