• Home
  • Trasporti
  • Nuovi treni sulla Milano – Varese, il Comitato Gallarate Milano: perplessità sulla riduzione dei posti

Nuovi treni sulla Milano – Varese, il Comitato Gallarate Milano: perplessità sulla riduzione dei posti

Nuovi treni sulla Varese Milano da martedì 1 febbraio circoleranno ufficialmente sulla linea Milano Porta Garibaldi – Varese – Porto Ceresio

Nella giornata di sabato 29 gennaio 2022 è stato fatto un viaggio inaugurale con i dirigenti dell’azienda ferroviaria  e alcuni sindaci del territorio, come Galimberti per la città di Varese  e Cassani per la città di Gallarate.

Questi convogli, copriranno una buona tratta della tratta da compresi gli snodi di Rho Feria, Busto Arsizio e Gallarate.

Il responsabile della comunicazione di trenord, ha dichiarato  a mezzo stampa:  L’innovazione dei nuovi Caravaggio è tutta concentrata sul potenziale turistico della linea un’innovazione all’insegna di più comfort con l’area dedicata alla famiglie con bambini e spazi di parcheggio per chi sceglie di spostarsi in bicicletta”. Treni di colore verde nel segno della sostenibilità ambientale: il 96% del mezzo che conta in totale 445 posti a sedere e 12 posti bici è fatto con materiale riciclabile”.

Ma cosa ne pensa il comitato Gallarate Milano che da anni porti avanti le istanze del territorio?

I rappresentanti Manuel Carati e Stefano Marchionna, fanno un’analisi sui nuovi treni.

In relazione alla notizia pubblicata dalla stampa con la quale si annuncia l'effettuazione di 16 corse su 37 con i nuovi materiali Caravaggio sulla relazione Milano -Varese- Porto Ceresio, reagiamo con una certa perplessità.

Questa nostra reazione è dovuta sia dalla diminuzione del numero di posti (circa 60 per ogni corsa facilmente superabile con l'utilizzo di materiali a 5 pezzi) sia dal fatto che (a parte questi interventi di facciata) il servizio sulle linee afferenti rimane ridotto per circostanze NON inerenti alle problematiche sanitarie.

Infatti dal 2018 c’è stata la riduzione delle corse sulla Gallarate Luino (contrariamente alla promessa di aumentarle fatte nella precedente legislatura) oltre alla soppressione delle prime corse del mattino e delle ultime della sera avvenuta in tutta la Lombardia.

Purtroppo è chiaro che questa soppressione perdurerà oltre il 6 febbraio per le carenze sistemiche di Trenord che pur essendo note a tutti, sono apertamente ignorate dall'assessore e dal Presidente Fontana.

Torniamo pertanto a definire la notizia come fumo negli occhi, rispetto ai problemi del trasporto ferroviario, problemi ai quali l'assessore non ha saputo rispondere.

Per tale motivo abbiamo chiesto tramite una lettera al presidente Fontana (dal quale aspettiamo una risposta) il ritiro delle deleghe nei confronti dell'assessore Terzi.

Il sindaco di Legnano Lorenzo Radice, che non ha partecipato al viaggio, commenta la notizia: Apprezziamo il rinnovamento della flotta ma resta il dubbio sulla questione della capienza  visto che il Comitato Gallarate Milano esprime delle perplessità.

Chiediamo più attenzione e impegno su puntualità e affollamento.

Alla luce di quanto è emerso ci sono perplessità sul numero dei posti sui singoli treni.

Chiudiamo con una nota di stile: nessun rappresentante del Comitato è stato invitato dall’azienda ferroviaria al viaggio di inaugurazione.

Ma forse questo non deve più colpire, visto che Fontana e Terzi ignorano i comitati. Con Trenord il triangolo si chiude.

nuovi treni sulla varese milano

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964