• Home
  • Trasporti
  • Trasporto pubblico che prendi, Disagio che trovi: treno ridotto e perdite d’acqua dal soffitto

Trasporto pubblico che prendi, Disagio che trovi: treno ridotto e perdite d’acqua dal soffitto

Persistono i disservizi per chi viaggia, e nonostante l’assuefazione, continua a segnalare sulle pagine social quello che accade sperando che qualcosa cambi o si muova.

I disservizi sono diventati strutturali.

Chi acquista un biglietto o un abbonamento per il treno, non sa che nel prezzo è già compreso il ritardo, lo paga già anticipo.

Le imprese ferroviarie e l’eccellenza lombarda sono così avanti, che lo prevendono nel costo del servizio.

E’ un fattore costante, ecco perché il giorno in cui il treno è regolare, bisogna porsi una domanda!

Per migliorare l’offerta del servizio, non basta un ritardo già pagato, ma bisogna puntare a rendere confortevole il viaggio richiamando i suoni della natura… tipo il rumore dell’acqua che scorre in una carrozza: tutto così diventa suggestivo. 

treno sedile bagnato 2

Un ritorno alla natura, al “verde”.

Il Comitato Viaggiatori e Pendolari San Zenone al Lambro ha immortalato un momento ecologico sul treno S1 numero 24163.

Riportiamo il racconto dei viaggiatori

I disagi sulla rete trenord/rfi ormai sono all’ordine del giorno e in alcuni casi durano da troppo. Da agosto una delle scale mobili presenti alla fermata del passante di Milano Repubblica, che consente l’accesso in salita verso piazza San Gioacchino non funziona, costringendo i viaggiatori, anche anziani o chi non gode di buona salute, a percorrere una lunga rampa di scale, indossando ovviamente la mascherina e arrivando quindi in affanno alla fine della rampa.

Riguardo i treni, sono all’ordine del giorno affollamenti e situazioni che rendono gli spostamenti dei pendolari disagevoli. Per esempio oggi, 25 novembre sul treno S1 numero 24163 partito da Saronno alle ore 17.38 e diretto a Lodi, erano presenti, come spesso accade in orario di punta, solo 4 carrozze, che ovviamente vengono affollate con utenti in piedi, alcuni anche con bici e monopattini che non vengono o non possono essere chiusi e assembrati negli spazi di passaggio, senza alcun controllo da parte del personale di bordo.

Questa sera, inoltre, nella quarta carrozza, alcuni sedili erano resi inutilizzabili da acqua che filtrava da alcune fessure presenti sul soffitto del treno, che ha continuato a cadere per tutto il tragitto da Milano verso Lodi.

treno sedile bagnato

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964