Ricetta Propoli idroalcolica: farmaco naturale

propoli grezzaLa propoli è un altro dei prodotti dell'alveare che viene utilizzato dalle api per igienizzare e sanificare la loro casa. In greco “pro-polis” significa “per la città”, mentre in latino “per pulire”. 

La propoli non è nient'altro che una sostanza resinosa che le api raccolgono sulle gemme, sulle foglie o sulla corteccia di alcune piante e viene elaborata successivamente con gli enzimi della saliva delle api per poi essere utilizzata per difendere l’alveare da problemi sanitari: ogni foro e spiffero dell'arnia viene sigillato con la propoli che funge anche da antibiotico naturale e disinfettante

Gli effetti benefici e terapeutici della propoli la vedono ampiamente utilizzata contro le infiammazioni di bocca, gengive e gola.

Conosciuta fin da tempi antichissimi, vediamo la ricetta per utilizzarla in casa per uso casalingo:

Come preparare la soluzione idroalcolica della Propoli al 30%

Ingredienti: 

  • alcool al 96%
  • propoli
  • acqua di fonte.

La proporzione 100:X =Grammi di Propoli Posseduti:30

ape

Dopo aver lasciato la propoli in pezzi nel congelatore per qualche ora, metterla su un foglio di carta da forno, avvolgerla e pestarla con il tritacarne o con un pestello per sminuzzarla quasi in polvere. A questo punto possiamo mettere la nostra propoli ridotta in polvere in un vasetto di vetro dove aggiungiamo alcool etilico a 96°(alcool alimentare) e lasciamo a macerare in infusione per 20/30 giorni in un ambiente con poca luce, agitando la soluzione ogni due, tre giorni. Per non intorbidire la soluzione si devono miscelare acqua e alcol fin dai primi giorni. La presenza dell’acqua consente di solubilizzare sali minerali e vitamine che, con il solo alcol, rimarrebbero insolute. L’alcol solubilizza la componente polifenolica. Passato il periodo di infusione il nostro alcool avrà preso il caratteristico colore nero brunastro, si può ora filtrare il contenuto per togliere residui solidi di propoli con una carta da filtro. Successivamente la si può mettere nelle boccettine con contagocce ed utilizzare al bisogno. Per il normale uso casalingo consigliamo di avere una soluzione attorno alcolica al 75%, quindi aggiungendo circa il 20% di acqua.

Per ottenere una determinata concentrazione di propoli nell'alcool si deve tener conto che la solubilità della propoli diminuisce all'aumentare della concentrazione.
L'estratto con concentrazione al 10% si prepara macerando 10 grammi di propoli in 90 grammi di alcool 96°, ma per la concentrazione al 30 % bisogna macerare 60 grammi di propoli in 70 grammi di alcool 95°.

La presenza di sedimenti sul fondo, anche dopo la filtrazione, significa che il prodotto è ricco di principi attivi.

Ricordiamo che il procedimento è utile ad ottenere un buon prodotto idroalcolico casalingo (per la vendita del prodotto è necessaria l’autorizzazione per la produzione/somministrazione dei prodotti alcolici “UTIF” in quanto la materia è sottoposta a monopolio dello Stato).

Di seguito la tabella per ottenere una gradazione specifica aggiungendo acqua all'alcool. Dosi espresse in ml. (totale 1 litro)

gradi Alcool a 96° Acqua
90° 937 63
85° 885 115
80° 833 167
75° 781 219
70° 729 271
65° 677 323
60° 625 375
55° 573 427
50° 521 479
45° 469 531
40° 417 583
35° 365 635
30° 313 687
25° 260 740
20° 208 792
15° 156 844
10° 104 896
52 948

 

Leggi anche:

Haloterapia: la terapia col sale

Le Api e i loro prodotti contro il Cancro

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.