Attacco di panico: cos'è e come affrontarlo

attacchi panico cosa sonoAttacchi di panico, i sintomi, le cause e i trattamenti per affrontare questa brutta esperienza che molti di noi hanno sperimentato almeno una volta nella vita.

Attacchi di panico: sintomi e trattamento

Gli attacchi di panico sono noti per arrivare al'improvviso e creare molta agitazione e scompiglio nel soggetto colpito. Può succedere di svegliarsi di soprassalto di notte o subire un attacco in un luogo affollato come la metropolitana di Milano. I sintomi degli attacchi di panico sono vertigini improvvise, palpitazioni, timore improvviso accompagnato da forte battito del cuore, sudorazione accentuata, tremori, difficoltà respiratoria, sensazioni di stordimento e distacco, ecc. 

I sintomi di un attacco di panico possono essere diversi ma cosi' come sono venuti se ne andranno di solito entro pochi minuti (può capitare fino a 20) anche se la sensazione che lasciano non è certamente piacevole. Può succedere soprattutto a causa di un forte stress.

Lasciano qualche danno fisico? Certamente no, se non il senso di impotenza e il timore di avere un nuovo attacco.

Come mai compaiono? Dal punto di vista fisiologico un attacco di panico è una risposta eccessiva del nostro sistema nervoso ad uno stimolo esterno, una sorta di eccesso di meccanismo di difesa che si attiva quando siamo di fronte ad un pericolo imminente. In questo caso però il pericolo non c'è e la risposta del nostro corpo è quindi ingiustificata.

Cosa fare in caso di attacco di panico

Quando si verifica un attacco di panico è bene stare calmi ed attivare queste contromisure:

  • Fare respiri lunghi e cadenzati, respirando in modo tranquillo per stabilizzare l'ossigenazione e allontanare il senso di panico.
  • Guardare nella stanza o nel posto in cui ci si trova qualcosa di fermo e focalizzare l'attenzione su quell'oggetto. Concentrarsi su qualcosa di esterno farà tornare il cervello nella realtà rispetto al senso di pericolo in cui crede di trovarsi.
  • Non muoversi durante un attacco di panico, meglio rimanere seduti o in piedi dove ci si trova e guardarsi attorno con calma finchè l'attacco non sia svanito.
  • Parlare con qualcuno nelle tue vicinanze aiuta a distrarre l'attacco.

Come prevenire un attacco di panico

Bella domanda! Purtroppo ancora oggi la scienza non ha trovato un rimedio miracoloso, come pure per altre patologie! Si può quindi prevenire con considerazioni generali che vanno bene un po' per ogni persona che vuole uno stile di vita sano. Eccone alcune:

  • Muoversi e fare attività sportiva certamente aiuta a restare in forma. Va benissimo anche una camminata giornaliera.
  • Evita gli stress. A volte proprio non si può ma cercare di essere calmi e sereni ti salveranno da attacchi di panico e da altri disturbi.
  • Ridurre l'assunzione di caffè poiché la caffeina stimola il cuore provocando un battito cardiaco più rapido.
  • Non abusare di alcol. Le bevande alcoliche possono causare reazioni inattese del corpo.
  • Non abusare di farmaci. Fare mente locale se l'attacco di panico è subentrato dopo l'utilizzo di un nuovo farmaco.  

E' scontato ma se si verificano diversi attacchi di panico vi invitiamo a contattare il vostro medico di base che vi saprà consigliare al meglio e nel caso è possibile utilizzare anche cure farmacologiche che ben vanno a limitare gli attacchi di panico e l’agorafobia mediante due principi farmacologici: benzodiazepine e antidepressivi.

Leggi anche:

Vitamina D: quando e come è alleata della salute

Frutta e Verdura: gli alleati della salute

I poteri del Sale grosso contro la negatività: misticismo o verità

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964