Liquore di Grappa fatto in casa: ricette e procedimento

La Grappa, ossia acquavite ad alta gradazione alcolica, ottenuta per distillazione delle vinacce, è nella nostra Italia molto conosciuta e apprezzata. In quest'articolo vi spiego come ottenere alcuni liquori usando proprio la grappa. Sono ricette facili che però hanno bisogno del giusto tempo per dare tutto il loro prezioso effetto.

amari fatti in casa foto isak

Per liquore si deve intendere una bevanda alcolica dolcificata e aromatizzata con essenze vegetali. Il suo significato etimologico è quello di "essere chiaro, liquido, venire filtrato".

La prima ricetta è una Grappa all'anice, con effetto digestivo e contro l'insonnia.

Ingredienti:

  1. Un litro di Grappa
  2. 35 grammi di semi di anice.

Procedimento:

Pestare accuratamente i semi di anice e metterli in infusione nella grappa per 15 giorni. Trascorso il tempo stabilito bisogna filtrare e imbottigliare.

La seconda ricetta è altrettanto facile ma di più lunga durata.

Ingredienti:

  1. scorza di 4 arance (possibile sostituirle con la buccia del limone).
  2. due litri di grappa di ottima qualità.

Procedimento:

Tagliuzzare finemente le scorze di arancia – o limone – e metterle in un vaso a tenuta ermetica, indi versare la grappa e tappare. Mettere il vaso, per 30 giorni esposto ai raggi del sole, riporlo in casa nella notte. È possibile utilizzare il liquore non prima di sei mesi, e senza togliere le bucce. È ottimo liscio o a cucchiaini in acqua bollente come grog.

La terza ricetta è un po' più complessa, però vi garantisco che una volta pronta all'assaggio è davvero deliziosa, non per nulla si chiama Grappa aromatica.

Ingredienti:

  1. 50 grammi di ginepro.
  2. 50 grammi di scorze secche di arancia.
  3. 50 grammi di rizoma di iris.
  4. 1 litro e mezzo di grappa a 75 gradi.
  5. 50 grammi di anice verde.
  6. 25 grammi di una stecca di cannella.
  7. 100 grammi di zucchero.
  8. 1 litro di acqua.

Procedimento:

Pestare con cura in un mortaio il ginepro, le scorze, il rizoma, l'anice, la stecca di cannella e metterle a macerare in un vaso a tenuta ermetica per otto giorni, versandovi sopra l'acqua e la grappa, Scuotendo con vigore il vaso almeno due – tre volte al giorno. Passato il tempo richiesto bisogna filtrare molto bene il residuo e indi imbottigliare. Attendere ancora un mese per la degustazione.

Questa ricetta, che si chiama Grappa alla genziana, sicuramente è da molti conosciuta e già assaggiata, è quella piuttosto amara ma che ti fa fare "il ruttino" anche se ti sei mangiato una fiorentina di un chilo. Diversi gli ingredienti per ottenere questo liquore digestivo, ve ne propongo tre, sceglierete quella che più vi aggrada.

Grappa alla genziana

Ingredienti:

  1. 20 grammi di radice di genziana.
  2. 10 grammi di bucce di limone essiccate.
  3. 10 grammi di bacche di ginepro.
  4. 1 litro di grappa di ottima qualità.

Procedimento:

Pestare grossolanamente la radice, le bucce e le bacche e mettere il tutto in una bottiglia a cui si aggiunge la grappa. Scuoterla per alcuni minuti e lasciarla a riposo per almeno un mese. È possibile consumarla sia lasciandovi i vegetali sia filtrandola, a piacimento di chi consuma. Ottima come digestivo bevuto dopo i pasti.

Grappa di genziana con verbena

Ingredienti:

  1. 25 grammi di radice di genziana.
  2. 10 grammi di bucce essiccate di arancia.
  3. 5 grammi di verbena odorosa.
  4. 1 litro di grappa a 40 gradi.

Procedimento:

Pestare la radice, le bucce e la verbena e metterli a macerare nella grappa per 15 giorni. Trascorso il tempo filtrare e imbottigliare. Sempre ottima dopo i pasti principali.

Grappa di genziana e chiodi di garofano

Ingredienti:

  1. Un arancia intera e ben matura.(meglio se a coltivazione biologica)
  2. Un chiodo di garofano.
  3. 30 grammi di radice di genziana.
  4. 1 litro di grappa a 40 gradi.

Procedimento:

Lavare e asciugare l'arancia e poi piantare, nella buccia, il chiodo di garofano. Mettere in un vaso a tenuta ermetica e coprire l'arancia con la radice di genziana polverizzata. Versare la grappa sino a coprire completamente l'arancia. Lasciare a riposo per un mese, poi filtrare il tutto.

Gli ingredienti descritti si possono trovare nelle erboristerie e qualcosa anche nei supermercati più forniti.

Potrebbe interessarti anche:

Amari e digestivi: il piacere delle piante in alcool

Elisir d'Amore e di Lunga Vita: Come fare un Elisir

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964