Memoriale della Shoah a Milano

  • Beatrice Cicala

convoglio giorno memoriaOggi è il giorno della memoria, ma la memoria dovrebbe essere presente sempre.

Molti non sanno che a Milano è presente un luogo fisico per non dimenticare: il Memoriale della Shoah che sorge in un’area della Stazione Centrale, al di sotto dei binari ferroviari, “celata”, silente ma prepotentemente efficace.

Questa area era adibita al carico e scarico delle merci, con accesso da via Ferrante Aporti. Da questo varco, negli anni dal 1943 al 1945, lontano dalla vista dei più, centinaia di esseri umani, per la maggior parte ebrei, furono caricati a forza su vagoni merci. Stipati come “cose”, senza rispetto per la dignità umana.

I vagoni poi, per mezzo di un elevatore, venivano portati all’altezza dei binari, al piano superiore e agganciati l’uno all’altro per formare convogli diretti ai campi di sterminio di Birkenau e Auschwitz.

Il solo nominare queste località fa scendere un brivido lungo la schiena.

memoriale shoah milano

Il Memoriale di Milano è praticamente l’unico in Europa perché è praticamente lo stesso di settantanni fa.

All’interno è stato creato il Muro dei Nomi. 774 esseri umani furono fatti partire da qui tra il 6 dicembre 1943 e il 30 gennaio 1944. Solo 27 di loro sopravvissero alla deportazione.

Il Memoriale è in fase avanzata ma ha bisogno di aiuti economici per il completamento. Per sostenere l’opera si possono fare donazioni, informazioni su memorialeshoah.it

Potrebbe interessarti leggere anche:

Giorno della Memoria, 27 gennaio: 10 libri per non dimenticare

Memoriale Shoah Milano: il ricordo che riaffiora

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964