• Home
  • FUORI PORTA
  • Turismo Spirituale in Lombardia: Monastero di San Pietro in Lamosa

Turismo Spirituale in Lombardia: Monastero di San Pietro in Lamosa

san pietro in lamosaDesidero proporre una scampagnata culturale religiosa in quel di Provaglio d'Iseo, e precisamente al Monastero di San Pietro in Lamosa. Siamo in provincia di Brescia.

Il monastero si erge sopra le torbiere del Lago Sebino - Iseo, ricordo che le torbiere sono un'area naturale che ha avuto origine dall'attività di estrazione della torba, ma di queste ve ne parlerò un'altra volta preponendovela come gita nella natura.

La sua fondazione avvenne su un rialzo roccioso che domina le torbiere, e il nome Lamosa è dovuto alla natura paludosa dei luoghi. La storia del monastero risale al 1083 quando Teobaldo e Oprando de Tocingo, aristocratici lombardi, donarono al monastero di Cluny la chiesa di San Pietro di Provaglio, come certificato da atto notarile.

Scavi archeologici hanno consentito di riconoscere l'impianto originario dell'edificio a tre navate di quattro campate e tre absidi, con l'aggiunta di un oratorio dedicato alla Vergine Maria. Nel 1476 i monaci cluniacensi abbandonarono San Pietro che divenne parrocchiale e a cui furono apportate delle modifiche. Tuttavia il perimetrale sud della chiesa del 1083 è visibile dal chiostro, inoltre alla chiesa cluniacense appartengono anche due rilievi a intreccio dell'undicesimo secolo collocati nel chiostro. L'interno della chiesa presenta una ricca decorazione pittorica del XII-XIV secolo, pregevole è il ciclo di affreschi dell'Historia salutis nell'attiguo oratorio di Santa maria Maddalena, sede dell'omonima disciplina. Interessante è anche l'oratorio di epoca barocca di fronte all'entrata del monastero. Magnifica la cassa barocca contenente un organo a canne.

Storia del monastero di San Pietro in Lamosa

È possibile suddividere la storia del monastero in quattro periodi:

  • prima del 1083, dove il luogo era probabilmente vissuto come sacro, grazie alla sua posizione.
  • dal 1083 al 1535 dove la chiesetta si trasformò in monastero.
  • dal 1535 al 1783 il monastero fu acquisito dai Canonici Regolari di san Salvatore di Brescia, che vi costruirono una cappella di fronte all'entrata.
  • dal 1783 ad oggi il monastero è divenuto di proprietà privata della famiglia Bonini-Bergomi, mentre una porzione appartiene alla famiglia Valgoglio-Beretta. Nel 1983 i proprietari della chiesa l'hanno donata alla parrocchia di Provaglio d'Iseo, mentre alcuni spazi sono stati affidati alla Fondazione Onlus culturale San Pietro in Lamosa. La Fondazione è sorta per iniziativa del comune di Provaglio d'Iseo ma autonoma a tutti gli effetti, con lo scopo di valorizzare l'omonimo monastero medievale, nella valorizzazione dell'intero territorio della Franciacorta e del Sebino.

Come raggiungere la località di Provaglio d'Iseo:

Prendere la A4 Milano- Venezia e uscire a Rovato e proseguire verso Provaglio. Sono circa 95 km.

A Provaglio raggiungere la Via Monastero, 5. Sulla via Sebina, di fronte al monastero sorge il parcheggio.

Gli orari:

- Chiesa, dal lunedì al venerdì: mattino su prenotazione per gruppi, al pomeriggio dalle 14,30 alle 17.00. Sabato, Domenica e festivi: 9.00 – 12,00 e 14.00 – 18,00.

- Da aprile ad ottobre tutti i giorni dalle 9.00 /12,00 – 15.00 / 18,00.

- Da novembre a marzo tutti i giorni dalle 9.00/12,00 – 14.00/17,00

- Per i gruppi è consigliata la prenotazione.

CONTATTI:

- Per la Chiesa – 349 4118434

- Per la Disciplina – 030 9823617 – 366 5490606

- Sito internet – info@sanpietroinlamosa.org

Potrebbe interessarti anche:

Milano, gite fuori porta

Turismo Spirituale in Lombardia: Santuario delle Sante Bartolomea Capitanio e Vincenza Gerosa

Turismo Spirituale in Lombardia: Santuario della Madonna di Corbetta

Turismo Spirituale in Lombardia: Eremo di Santa Caterina del Sasso Ballaro

Turismo Spirituale in Lombardia: Santuario della Madonna di Tirano

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964