Fiori e sciroppi: tre ricette con i petali di fiori

papaveri foto milanofreeConsiderato che questa stagione ci allieta di bellissimi fiori e che il caldo porta ad avere sete, vi voglio presentare tre ricette di sciroppi fatte con i petali di alcuni fiori.

Il primo è uno sciroppo di violette. Ecco gli ingredienti e il procedimento:

Sciroppo di violette, ingredienti e procedimento

  • 100 gr di viole mammole appena colte ( si trovano facilmente).
  • 50 gr di alcool a 90°
  • 900 gr di zucchero
  • 1 bicchiere scarso di acqua

Preparare uno sciroppo denso di zucchero e acqua, facendo bollire a fuoco basso per 20 minuti. Nel frattempo in un mortaio pestate le viole, pulite dal calice, con l'alcool. È bene scegliere le viole mammole fra le più scure e togliete loro tutte le parti verdi. Passare al setaccio o al frullatore la miscela ottenuta e unitela allo sciroppo che risulterà di un bel colore lilla e molto profumato. Imbottigliare e servire, se volete, anche subito.

SCIROPPO DI rosolaccio (Papavero), INGREDIENTI E PROCEDIMENTO

  • 500 gr di fiori di papavero freschissimi (di facile reperimento).
  • 500 gr di zucchero
  • 500 gr di acqua

In una ciotola di vetro o porcellana mettere i petali di papavero e versare sopra dell'acqua bollente, coprire e lasciare al caldo per 24 ore. È consigliabile coprire con una copertina di lana piegata più volte. Preparare, con un bicchiere d'acqua e lo zucchero, uno sciroppo su fuoco dolce. Quando questi inizierà a bollire, aggiungere l'infuso di papavero ben passato in un setaccio fine. Continuare la cottura sin quando lo sciroppo, bollendo, farà grosse bolle. Invasare il tutto ancora caldo e tappare il giorno successivo.

SCIROPPO DI Rose, INGREDIENTI E PROCEDIMENTO

  • 200 gr di petali di Rosa appena colte
  • 50 gr di alcool a 90°
  • 900 gr di zucchero
  • 1 bicchiere di acqua

Su fuoco dolce preparare uno sciroppo denso con l'acqua e lo zucchero e farlo bollire per 20 minuti. Nel frattempo frullare i petali di rose con l'alcool. Unire allo sciroppo il succo d'alcool e di rose ottenuto, passato attraverso una garza. Mescolare e continuare la cottura per qualche minuto. Imbottigliare a caldo e tappare appena si sarà raffreddato. È ottimo come dissetante allungato anche con acqua e ghiaccio, oppure si può usare per farcire torte o per preparare il conosciuto sorbetto di rose.

 

Come si può notare nulla di così difficile, solo un po' di pazienza e poi gli sciroppi sono pronti da gustare o da servire ad eventuali ospiti.

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964