Visita al Museo Diocesano di Brescia

Quasi ogni città della nostra Penisola possiede un Museo Diocesano e tutti offrono una esposizione interessante. Questa volta vi voglio invitare a visitare quello sito nella città di Brescia. Citando Brescia non posso non ricordare il Monastero di San Salvatore e Santa Giulia, un complesso architettonico grandioso che è testimonianza dell'età romana fino al XVIII° secolo.

museo diocesano brescia visita arte cultura agostoIl Museo Diocesano è posto a pochi passi da Piazza della Loggia e, appena entrati si è accolti dalla luminosa e rasserenante struttura del chiostro tardo rinascimentale di San Giuseppe. Alcuni locali dell'antico convento Francescano, come l'ampio vano del refettorio affrescato, offrono diverse opportunità per esposizioni temporanee.

Quattro sono le sezioni presentate al pubblico: la quadreria, i codici miniati, il tessuto liturgico e il tesoro. La sezione dei codici miniati è corredata da pannelli e ricostruzioni che mostrano con semplicità e chiarezza l'elaborato procedimento per la produzione dei fogli di pergamena e quindi per la scrittura e la loro decorazione. Nelle vetrine si possono ammirare codici di notevole tipologia e varietà, diversi per le loro funzioni e per le dimensioni, si passa dai grandi corali monastici ai piccoli libretti delle ore canoniche, passando dall'età romanica fino al Rinascimento. Interessante l'evoluzione della decorazione miniata, con le iniziali medievali dai "bianchi girari" sino alle illustrazioni a tutta pagina dei codici quattro-cinquecenteschi.

Altra sala interessante è quella dedicata ai tessuti liturgici in quanto non si limita solo alla loro esposizione, ma aiuta a comprendere come le forme, i colori, gli apparati dell'abbigliamento e dell'arredo ecclesiastico abbiano costituito per secoli, e lo sono ancora, quasi un loro " codice" di comunicazione liturgica comprensibile per i fedeli, in rapporto con i vari momenti dell'anno, ad esempio Natale, Pasqua, eccetera e i var momenti della comunità.

Anche la quadreria riserva visioni interessanti, con belle opere anche di scultura, ed offre un percorso attraverso la storia dell'arte bresciana dal XV al XVIII secolo. L'interesse iconografico è rappresentato da immagini dedicate ai santi di devozione locale, e ad uno spaccato di vita che l'arte pittorica ha saputo trasmettere nelle proprie opere. All'interno sono anche presenti i cosi detti " ex voto" settecenteschi, offerti per la Madonna di Paitone, ma tele come quelle del bresciano Alessandro Buonvicino, più noto come "il Moretto". Il Moretto comprende che è necessario un rinnovamento delle immagini sacre, i dipinti sacri devono svolgere devono svolgere alcune necessarie funzioni nei confronti dei fedeli, quali: l'insegnamento, ossia rendere comprensibili e visibili i Misteri della religione e i fatti della vita di Gesù e dei Santi; spingere verso una devozione e ad una esistenza cristiana e morale della vita seguendo l'esempio dei personaggi dipinti; inoltre non si deve tralasciare il piacere degli occhi nell'osservare il dipinto. Osservando il suo dipinto Sacra conversazione o Visione di San Giovanni Evangelista, ben si notano queste funzioni pittoriche. Bellissimo il dipinto dell'altare di Giambattista Pittoni, pittore veneto ma attivo anche in Brescia.

Nella sezione del Tesoro si è accolti da una Madonna in alabastro, che invita a visitare le cinque sale dall'affascinante colore blu. Oltre centoventi opere mostrano la loro bellezza, datano dal X al XVIII secolo, e sono riunite in gruppi omogenei rispettando la loro destinazione liturgica. Si possono vedere e ammirare oggetti liturgici di ogni genere e fattura, rimanendo incantati davanti a oggetti di una semplicità e bellezza che non possono lasciare indifferenti.

Per raggiungere il Museo è possibile, in automobile, imboccare la A4 Milano- Venezia con uscita a Brescia, oppure via treno Milano – Brescia, e dalla stazione di Brescia si può raggiungere il Museo facilmente anche a piedi.

Questo l'indirizzo e gli orari:

Il Museo si trova in via Gasparo da Salò, a poca distanza da P.za della Loggia. Il numero di telefono: 030/40233 – biglietteria.museo@diocesi.brescia.it

Il Museo Diocesano è aperto tutti i giorni, escluso il mercoledì, dalle ore 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Il costo: intero euro 6,00 – ridotto euro 3,00 ( dai 6 ai 14 anni, sopra i 60 anni, docenti, studenti, gruppi da 10 a 25 persone, soci Touring Club, soci ICOM)

Ingresso gratuito per religiosi, bambini sino a 5 anni, giornalisti, operatori APT e IAT.

È possibile prenotare visite guidate via mail: didattica.museo@diocesi.brescia.it. Costo 40 euro a gruppo + biglietto ingresso.

Sono ammessi animali al guinzaglio.

Considerato il momento attuale per il Covid, è opportuno, prima di partire per la visita, chiedere opportune informazioni.

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964