Abbazia di Morimondo

Abbazia MorimondoL'Abbazia di Morimondo è un antico monastero cistercense situato nella campagna lombarda, nel Parco Naturale della Valle del Ticino, a pochi chilometri da Milano. Fondata nel 1134 da 12 monaci cistercensi che giungevano dalla località francese di Morimond, l'abbazia è un importante esempio di architettura cistercense e uno dei pochi monasteri cistercensi ancora esistenti in Italia.

Una delle curiosità più interessanti dell'Abbazia di Morimondo è la sua architettura. Il monastero è stato costruito in uno stile architettonico semplice e austero, caratteristico dell'architettura cistercense, con una facciata in pietra bianca e una grande abside semicircolare. All'interno, le sale sono state decorate con affreschi e mosaici di grande bellezza.

Un'altra curiosità è che l'Abbazia di Morimondo è stata una delle prime abbazie cistercensi ad essere fondate in Italia, e una delle poche ad essere sopravvissute fino ai giorni nostri. Il monastero fu fondato nel 1134 da un gruppo di monaci provenienti dalla Francia, e divenne presto un importante centro di cultura e spiritualità.

Un'altra curiosità è che l'Abbazia di Morimondo ha avuto un ruolo importante nella storia dell'agricoltura italiana. Nel corso dei secoli, i monaci hanno sviluppato una serie di tecniche agricole innovative, tra cui la coltivazione di riso, che hanno avuto un impatto significativo sullo sviluppo dell'agricoltura nella regione.

Inoltre, l'Abbazia di Morimondo è stato un importante centro di produzione artistica. I monaci hanno creato una serie di opere d'arte, tra cui affreschi, mosaici e manufatti in argento, che sono ancora esposti all'interno del monastero.

Infine, l'Abbazia di Morimondo è ancora un luogo di culto attivo, e oggi è aperto al pubblico per visite guidate e per la preghiera. È possibile visitare il monastero, ammirare la sua architettura e la sua arte, e partecipare ai servizi religiosi quotidiani.

La Chiesa svolge oggi funzione parrocchiale, ed è aperta tutti i giorni sia durante il mattino che il pomeriggio. E' possibile partecipare alle visite guidate che si organizzano tutte le domeniche da aprile a settembre.
E' anche possibile prenotare le visite contattando la «Fondazione Abbatia Sancte Marie de Morimundo» al  tel. 02.94961919
La Fondazione, inoltre, organizza periodicamente iniziative culturali per la valorizzazione dell’abbazia stessa.
Gli anni più recenti hanno permesso, mediante un restauro meticoloso, di ricondurre alla luce autentici "pezzi" di storia e capolavori artistici con decorazioni uniche al mondo: in particolare lo scriptorium, dove i monaci amanuensi e copisti hanno trasmesso la cultura mediante la trascrizione dei testi antichi.
E' oggi ancora possibile ammirare le lettere dell'alfabeto che il magister scriveva sulle pareti come una lezione sulla lavagna, per insegnare agli studenti la grafia e gli incipit.

"Siamo orgogliosi di aver restituito anzitutto alla comunità di Morimondo ma anche a tutti i cittadini italiani e visitatori stranieri un luogo così ricco di valore artistico, storico e spirituale quale l'Abbazia è da secoli", dice Maurizio Spelta, sindaco di Morimondo.
"Le energie impegnate in questi lunghi anni di minuzioso restauro sono oggi ampiamente ripagate dalla bellezza dei tesori architettonici recuperati nel pieno rispetto del loro splendore originario.

Alcune curiosità sull'Abbazia di Morimondo

  • L'Abbazia di Morimondo è uno dei pochi monasteri cistercensi ancora esistenti in Italia, e uno dei pochi ad essere sopravvissuti in buone condizioni fino ai giorni nostri. Nonostante i danni subiti nel corso dei secoli, gran parte dell'edificio originale è ancora in piedi e offre una preziosa testimonianza dell'architettura cistercense.
  • L'Abbazia di Morimondo è stata un importante centro di produzione artistica. Nel corso dei secoli, i monaci hanno creato una serie di opere d'arte, tra cui affreschi, mosaici e manufatti in argento. Molti di questi tesori artistici sono ancora conservati all'interno del monastero e sono aperti al pubblico per la visita.
  • L'Abbazia di Morimondo ha una lunga storia di produzione di vino. I monaci hanno coltivato la vite e prodotto vino fin dalla fondazione del monastero, e oggi l'abbazia produce ancora una gamma di vini di alta qualità, tra cui il celebre vino "Morimondo", un vino rosso di lunga maturazione.
  • L'Abbazia di Morimondo ha un'importante collezione di manoscritti medievali. La biblioteca conserva una raccolta di codici miniati risalenti al XII-XIII secolo, tra cui una Bibbia di grande valore artistico e storico.
  • Durante la Seconda guerra mondiale, l'Abbazia di Morimondo fu utilizzata come deposito per le truppe tedesche e poi come base per gli alleati che liberarono l'Italia. La maggior parte dei danni subiti dall'abbazia durante la guerra sono stati riparati, ma alcune tracce dei danni subiti possono ancora essere viste oggi.
  • Nel corso dei secoli, l'Abbazia di Morimondo è stata sede di molte attività agricole, tra cui la coltivazione di riso, che ha avuto un impatto significativo sullo sviluppo dell'agricoltura nella regione. I monaci hanno anche coltivato frutta e verdura, allevato bestiame e coltivato viti.
  • L'Abbazia di Morimondo è un luogo di culto attivo ed oggi ospita una comunità di monaci cistercensi, che continuano la tradizione monastica e la preghiera quotidiana. 
Leggi anche:

Una gita fuori porta. I borghi medievali più belli

Vedi tutti i Monumenti Milano

Pin It

Copyright © 2006 - 2023 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964