Una roccaforte tardoromana presso Varese

  • Stefano Todisco

Roccaforte VareseIscritto nell'elenco del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO, il sito archeologico di Sibrium rappresenta un esempio di pluristratificazione dall'epoca preromana al medioevo.

Situato nel territorio di comuni di Castelseprio e di Gornate Olona (VA), il parco si presenta come un insediamento rialzato su un colle, in posizione strategica, soprattutto per l’epoca in cui fiorì questo centro fortificato romano: tra IV e V secolo d.C. infatti, per far fronte alle ripetute incursioni barbariche, si realizzò una serie di centri militari difensivi attorno a Milano, allora capitale imperiale. Posto sulla direttrice Como-Novara e tra Milano e il lago Maggiore, Sibrium ha tutte le caratteristiche di un piccolo castrum: l’ingresso del parco mostra i resti dei piloni di un ponte con torrione circolare. Caseforti, mura di cinta turrite ed edifici quadrati solidamente costruiti con pietra locale si adattavano bene alla vita militare della popolazione del borgo. resti roccaforte varese

Al termine dell’impero romano il centro passò nelle mani dei goti, dei bizantini e dei longobardi fino alla sua distruzione avvenuta durante le lotte tra Visconti e Della Torre nel 1287.

La vita di questo centro continuò sotto l’aspetto religioso fino al XV secolo; parzialmente o discretamente conservati sono gli edifici di culto dedicati a San Giovanni, a San Paolo e a Santa Maria.

Una casa-torre, di cui si conservano solo pochi muri perimetrali, era il centro del potere amministrativo e politico.

La chiesa di San Paolo risale al X secolo, il convento-cascina di San Giovanni risale al XIV secolo ed è sede dell’antiquarium; il capolavoro artistico religioso è la chiesetta di Santa Maria Foris Portas che, come indica il nome, si trova al di fuori delle mura e del borgo. Realizzata probabilmente tra nel VI e VIII secolo, la roccaforte Castelsepriochiesa presenta pavimentazione marmorea bicroma e affreschi della vita di Cristo ispirati alla tradizione evangelica apocrifa alla maniera dei maestri orientali dei VI-VII secolo.

All'estremità est del parco di trova l’isolato monastero di Torba, costruito su una precedente fortificazione risalente ai goti (V secolo d.C.) e di cui rimane il torrione alto 18 metri.

 

Bibliografia

Enciclopedia dell’Arte Antica. Classica e Orientale, suppl. II 1971-1994, vol. II.

Stefano Todisco

Leggi anche:

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964